Pergole: piccoli rifugi da favola nel vostro giardino

Vi siete mai fermati a pensare ai vantaggi di installare una pergola in giardino? È un arredo da giardino che unisce l'utile al dilettevole: elemento accogliente, che oltre a decorare, fornisce ombra e supporto alle specie vegetali.
Pergole: piccoli rifugi da favola nel vostro giardino

Ultimo aggiornamento: 18 febbraio, 2020

Le pergole sono semplici costruzioni basate su una struttura composta da travi orizzontali appoggiate su pilastri. Sembra semplice, vero? Ma l’effetto è da favola.

Se avete un bel giardino, potete posizionarle vicino alla casa, a coprire lo spazio a cui si accede appena usciti. Oppure potete creare piccoli rifugi in una zona più lontana o in mezzo a un sentiero.

Le pergole servono anche come supporto per la crescita di piante rampicanti che, quando coprono i pali e le travi, generano una piacevole ombra e danno una sensazione di freschezza all’ambiente.

Aspetti funzionali delle pergole

Pergole in giardino

Proprio perché si tratta di piccoli spazi coperti, le pergole diventano un rifugio ideale per riposare e un elemento che protegge dai venti troppo forti e dalla luce solare diretta. Sono insomma l’ideale per un angolo di relax.

Ma possono anche trasformarsi in una perfetta sala da pranzo all’aperto, che può essere completata con alcuni mobili da giardino. Potete usarla anche per creare un accogliente angolo lettura o in una zona ombreggiata vicino a una piscina.

Stile e dimensioni

Come per gli archi e le altre strutture verticali, le pergole devono seguire un certo stile per adattarsi all’ambiente e non diventare un elemento dissonante con il resto del giardino.

In ogni caso, devono mantenere le proporzioni adeguate alle dimensioni del giardino. Non è consigliabile sovraccaricarle di cestini di fiori perché finirebbero per creare una sensazione di caos.

Le pergole: minima manutenzione per il massimo effetto decorativo

Pergole di legno rettangolari

Per prevenire il deterioramento di una pergola in legno, si consiglia di applicare uno strato di mordente incolore ogni 3-5 anni. In questo modo, la sua durata sarà garantita.

Tuttavia, se volete risparmiare in manutenzione, allora vi consigliamo di optare per i modelli in alluminio, che sono più resistenti al passare del tempo. E l’effetto può essere comunque molto bello.

Pergole: materiali da scegliere

Le pergole in ferro battuto hanno un aspetto più classico e romantico. Tuttavia, negli ultimi anni è aumentato notevolmente l’uso di pergole in legno o alluminio.

Esistono anche modelli che alternano strutture verticali in pietra e superfici orizzontali in legno. In altri casi, con la stessa idea, ma per dare un tocco più rustico, si possono usare anche pilastri di mattoni.

In ogni caso, le strutture in legno sono le più comuni, principalmente perché si montano rapidamente e, a causa del loro scarso peso, sono molto gestibili.

Nei vivai o nei negozi di bricolage, potete trovare kit completi, con i pezzi già pronti per montare l’intera struttura. Non preoccupatevi, non servono grandi abilità, montare una pergola è molto semplice.

Le piante ideali per decorare le pergole

Pergole ricoperte di rampicanti

Le piante rampicanti, consentono di decorare una pergola in un tempo relativamente breve. Hanno tronchi sottili e lisci, che crescono rapidamente, per questo sono ideali per ricoprire questo tipo di strutture.

All’interno del gruppo delle rampicanti, alcune sono erbacee delicate mentre altre hanno tronchi legnosi relativamente robusti, ma tutte sono caratterizzate dalla loro capacità di arrampicarsi e dare alla pergola un aspetto di piccola giungla.

Le piante rampicanti a stelo legnoso, come il caprifoglio e il glicine, sono una buona opzione. Fra le erbacee, ce ne sono di bellissime come la clematide, che ha forme e colori diversi.

Come si monta una pergola?

Prima di assemblare questa struttura, dovete misurare lo spazio disponibile, se ne scegliete una troppo grande, la sua presenza annullerà il resto degli elementi del giardino.

Durante l’installazione, è necessario verificare che sia ben protetta e che resista alle raffiche di vento. Questo è molto importante poiché sarà in gioco la stabilità della vostra pergola.

Tenete presente che ci sono aziende che offrono pergole personalizzate per soddisfare il cliente, ma se pensate di essere in grado di farne una da soli, vi spieghiamo passo passo come fare. Vedrete che non è complicato!

  1. Scavate un foro di circa 10 cm nel terreno e fissate i pali. Riempite il foro con cemento.
  2. Verificate che i pali siano perpendicolari al suolo.
  3. Posizionate i montanti intermedi prima di avvitare le travi.
  4. Completate il fissaggio delle traverse alle travi con viti. La distanza tra le traverse deve essere la stessa.

Prendete nota dei materiali che vi serviranno adesso:

  • Pali di legno.
  • Chiodi lunghi.
  • Cemento.
  • Viti zincate.
  • Cacciavite elettrico.
  • Martello.
  • Cacciavite
  • Livella a bolla.
  • Scala.

Infine, tenete presente che il pergolato non può superare l’altezza della casa e deve essere in sintonia con il resto della carpenteria della casa. Al lavoro!

This might interest you...
Tipi di muri per abbellire il vostro giardino
Decor Tips
Leggi in Decor Tips
Tipi di muri per abbellire il vostro giardino

I tipi di muri per il giardino non devono passare inosservati. Servono per decorare e hanno il compito di delimitare gli spazi degli ambienti ester...