Come coltivare un orto nel giardino di casa

Se avete un giardino grande, non perdete l'occasione di realizzare un piccolo orto da cui trarre profitto.
Come coltivare un orto nel giardino di casa

Ultimo aggiornamento: 10 giugno, 2022

Se avete un giardino e volete sfruttarlo al meglio, è tempo che siate chiari sulla distribuzione degli spazi e sulle risorse applicabili in essi al fine di avere il terreno ben condizionato. Pertanto, vi mostriamo come preparare un orto nel giardino di casa.

Molte volte sprechiamo l’esterno della casa; lo usiamo anche inutilmente e con poche prospettive per il futuro. La decorazione non si limita solo ad elementi ornamentali con forme e colori, c’è anche la possibilità di usufruire di un altro tipo.

In questo modo, dobbiamo tenere presente che l’aspetto di un giardino può fornire anche un significato estetico. Diventa un componente decorativo oltre che utile, poiché dimostriamo la nostra passione per l’agricoltura e, inoltre, ne traiamo molta produttività.

Studiare il terreno prima di coltivare un orto nel giardino

orto nel giardino

Se avete un piccolo appezzamento di terreno, come 10 o 20 mq, avrete lo spazio perfetto per realizzare un orto. Non ha bisogno di essere grandioso; può bastare qualcosa di semplice per seminare i beni di prima necessità.

Prima di tutto, dovete preparare il terreno e trasformarlo in uno fertile. Per fare questo cosa occorre fare?

  • Dividete lo spazio in 3 parti (rettangoli) di 4×1 metri.
  • Posizionate due assi di 4 metri di lunghezza per 20 centimetri di larghezza su ogni terrazza. Idealmente, dovrebbe esserci uno spazio di circa 10 pollici nel mezzo.
  • Il risultato finale deve essere 3 terrazze di 4×1 metri. Ognuna sarà separata da due corsie larghe circa 25 centimetri. È importante fare attenzione alla distinzione delle parti.

L’obiettivo principale è mantenere la differenziazione delle parti e la corretta distribuzione delle risorse.

Preparazione del terreno per un orto nel giardino

Preparare il terreno per un orto.

Una volta predisposta la distribuzione dei terrazzamenti, si procederà alla preparazione del terreno. Prima di tutto, mescolate la sabbia del fiume con terreno argilloso, substrato e torba.

A questo punto aggiungete il compost naturale sotto forma di letame di pecora, cavallo o mucca. È importante che sia fatto in questo ordine, poiché il vostro contributo sul campo è sempre diverso.

Questo processo non può essere eseguito in nessun momento dell’anno. Dovete attenervi alla natura e ai cambiamenti stagionali, soprattutto se vivete in zone con inverni molto freddi. In questo modo, inizierete il processo a febbraio, soprattutto nelle zone con un clima temperato-umido.

Distribuzione delle colture

Distribuzione delle colture.

Una volta preparato l’orto, potete distribuire i raccolti attraverso un’organizzazione ben sistematizzata. Non fatelo in modo casuale, in quanto potrebbe generare alcuni problemi di sviluppo tra le piante. Una proposta potrebbe essere la seguente:

  • Nel settore a sinistra potete piantare i cavoli. È interessante che ciò che viene seminato non sia misto e che sia organizzato per specie. Pertanto, la lattuga è meglio in una fila, il cavolo rosso in un’altra parallela e i cavoli in una terza.
  • Nella parte centrale potete piantare una fila di cipolle bianche, un’altra della viola e, ovviamente, i porri. Questi ultimi crescono molto bene.
  • Nel settore a destra potete piantare una fila di pomodori (qualsiasi varietà è perfettamente praticabile), un’altra di peperoni rossi e, infine, un’altra fila di peperoni verdi all’italiana.

Altri aspetti da tenere in considerazione quando si coltiva un orto

Manutenzione di un orto.

Questa struttura da giardino consente di risparmiare acqua. È sufficiente innaffiare cinque minuti al giorno per mantenere le colture in perfette condizioni. In questo caso, sarebbe necessario mantenere questa regolarità se vivete in zone senza pioggia. Tuttavia, nei giorni in cui ci sono, non c’è bisogno di annaffiare, poiché rischierete di annaffiarlo troppo.

Potete anche optare per l’irrigazione a goccia. Sarebbe necessario posizionare due tubi in ogni settore, in parallelo per poter distribuire equamente l’acqua. Tutto andrebbe a una centrale che si collega, a sua volta, con il rubinetto.

Infine, dobbiamo fare una menzione speciale dell’osservazione quotidiana e dell’assistenza continua che deve essere fornita. È il modo migliore per avere un orto rigoglioso e colorato, dove il verde è il colore principale che mostra freschezza e naturalezza.

Potrebbe interessarti ...
Come creare un orto urbano sul terrazzo
Decor Tips
Leggi in Decor Tips
Come creare un orto urbano sul terrazzo

Avere un orto urbano sul terrazzo di casa richiede impegno e tanto amore. Cercate di coltivare cibo per l'autoconsumo e non sprecatelo.



  • Kreuter, Marie-Luise: Jardín y huerto biológicos, MP, 2005.