Pittura decorativa per rinnovare le pareti: le migliori tecniche

16 agosto, 2020
Vorreste rinnovare l'aspetto delle vostre pareti? Potete utilizzare molte tecniche diverse.

La pittura decorativa vi permetterà di dare una nuova vita alle pareti della vostra casa. Abbiamo preparato per voi una piccola guida in modo da poter scegliere la tecnica che possa rispondere nel migliore dei modi ai vostri gusti e alle vostre esigenze.

Prendete nota e fate attenzione ai dettagli. In questa maniera potrete fare la scelta giusta e rendere le pareti della vostra casa ancora più attraenti. Spugnato, effetto pettinato, falsi stucchi… Conoscete queste tecniche?

Pittura decorativa per pareti

Lo spugnato: la tecnica pittorica perfetta per ampliare gli spazi

Parete con pittura decorativa effetto spugnato.
Immagine: pinterest.es

Utilizzando una spugna naturale, si ottiene un effetto di luce-ombra che aiuta ad ampliare visivamente lo spazio. Per applicare questa tecnica, si consiglia l’uso di colori tenui della stessa gamma cromatica.

È preferibile usare la tecnica decorativa dello spugnato solo in una o due stanze della casa. Oppure, per mettere in evidenza la parete principale di una stanza grande. L’applicazione di questa tecnica in tutta la casa potrebbe stancare l’osservatore.

È una tecnica adatta a superfici irregolari perché la chiazzatura della sua finitura finale nasconde molto bene le imperfezioni. Tuttavia, può essere utilizzata su tutte le superfici.

Effetto pettinato: ideale per pareti irregolari

Donna stende la pittura decorativa effetto pettinato.
Immagine: pisos.com

Questa tecnica pittorica si ottiene raschiando il muro con un pettine a denti spessi dopo aver applicato una pasta livellante per nascondere tutte le imperfezioni.

Il pettinato è una tecnica altamente raccomandata per le superfici irregolari perché la pasta livellante riesce a nascondere i difetti, oltre a dare un aspetto più uniforme.

È ideale per i salotti, i corridoi e gli ingressi. Inoltre, se si usano dei colori tenui come l’ocra o i color terra si evidenzierà l’effetto decorativo conferendo agli ambienti calore e naturalezza.

È una buona tecnica che si combina perfettamente con i mobili in legno scuro e i tessuti chiari. Utilizzare questa tecnica è un po’ difficile, quindi, è preferibile chiamare un imbianchino professionista.

Pittura decorativa con falsi stucchi per pareti vellutate

Sala da pranzo con falsi stucchi.

Si applica negli ultimi strati di vernice per ottenere effetti trasparenti e sfumature attraenti. Con questa tecnica decorativa le pareti assumo un aspetto vellutato. Si consiglia di utilizzare dei colori dai toni caldi come l’ocra o il vaniglia.

C’è anche un’altra possibilità: all’olio. Si realizza con oli e trementina e offre una finitura più luminosa e una texture più consistente. Questa tecnica ha il vantaggio di poter essere applicata in ogni stanza della casa.

La punteggiatura: una finitura irregolare dall’aspetto naturale

Si realizza con paste o vernici addensate con additivi. Offre una finitura dall’aspetto irregolare e naturale, con una consistenza porosa che varia a seconda della luce.

I toni neutri o terra sono perfetti per gli ambienti o le cucine rustiche. Il suo uso è consigliato anche per la sua resistenza nel tempo. Una buona idea è combinare questa tecnica con quella della raschiatura per dare una finitura simile a quella della pietra naturale.

La velatura: combinazione di sfumature e trame

Pittura pareti tecnica della velatura.
Immagine: pinterest.es

Questa tecnica, che utilizza oli e acquaragia come solventi, consente di combinare diversi colori conferendo consistenza e profondità alle sfumature. In questo modo si crea una finitura dall’aspetto molto decorativo.

La velatura consente di imitare l’aspetto di un vecchio muro e creare ambienti rustici. Grazie alla sua resistenza è adatta per i saloni e per le camere da letto dei ragazzi.

Importante: i toni caldi e chiari sono quelli che vi consentono di apprezzare meglio i meravigliosi effetti di questa tecnica sulle pareti. Affinché il risultato sia perfetto, avrete bisogno di pareti lisce e prive di polvere.

Pittura decorativa con pigmenti naturali: un effetto scolorito molto elegante

I pigmenti naturali si ottengono dai minerali. Tra questi le vernici a base di calcio e silicato sono le più rappresentative. In genere si applicano con un pennello creando un effetto scolorito che si accentua grazie all’uso della calce che tende a “mangiare” i pigmenti.

Questi pigmenti offrono una finitura irregolare, soprattutto se si diluiscono molto. Tenete presente che, dato il tipo di texture che crea, è preferibile utilizzare questa tecnica per dare un’atmosfera rustica ad una stanza o all’intera casa. Ricordatevi che le pareti non necessitano di essere trattate prima di utilizzare questi pigmenti.

Cenciatura: un effetto luminoso

Pittura pareti: uomo utilizza la tecnica della cenciatura.
Immagine: pinterest.es

Questa tecnica consiste nel dare dei colpetti irregolari sul muro con un panno rugoso. L’effetto che si ottiene è più marcato rispetto alla tecnica della spugnatura. Quindi, si consiglia di scegliere dei colori chiari su base neutra.

Questa tecnica permette di aumentare la luminosità degli ambienti e di ampliare gli spazi. È ideale per il soggiorno, per i corridoi e per l’ingresso della casa. Se come finitura si usa della cera, si avrà un effetto più elegante.

Pittura decorativa effetto marmo: l’aspetto della pietra naturale

Pareti con effetto marmo.

Con la pittura decorativa effetto marmo è possibile riprodurre l’aspetto del marmo, del granito o di altre pietre semi-preziose. Nonostante il suo aspetto ruvido, la consistenza al tatto è liscia.

Per rendere le pareti simili al marmo, dovete procedere simulando le venature. I colori più utilizzati per questa tecnica sono l’ocra, il marrone e il grigio. Grazie alla sua particolare finitura, è molto adatta per il bagno.

Che ne pensate di queste otto tecniche pittoriche? Adesso che le conoscete, potete scegliere la pittura decorativa che più preferite.