Idee originali per decorare con i funghi secchi

14 settembre, 2020
I funghi secchi sono una risorsa decorativa sempre più diffusa, e questo perché sono allo stesso tempo naturali e bizzarri. Ecco come usarli.

Qualsiasi elemento proveniente dalla natura può essere utile per decorare la nostra casa. Che sia in un centrotavola, oppure pot-pourri, dentro una ciotola o semplicemente come elemento distintivo dell’ambiente. In questo articolo, vi mostriamo alcune idee originali per decorare con i funghi secchi.

Ovviamente, non è possibile raccogliere i funghi ed esporli in casa. Infatti, avranno bisogno di un trattamento speciale che li renda interessanti a livello estetico.

Decorare con le risorse naturali offre dei contenuti interessanti, eleganti e soprattutto freschi per gli ambienti. Ricordate che qualsiasi elemento di queste caratteristiche sarà al centro dell’attenzione e vi consentirà di innovare nel campo dell’interior design.

Decorare con i funghi secchi legnosi

Funghi Aphyllophorales.

Una specie molto comune tra i funghi è il cosiddetto fungo “legnoso”. Esteticamente, ha un aspetto simile al legno e una consistenza dura, proprio come il legno. Sicuramente li avete visti sui rami degli alberi, che sporgono verso l’esterno, deformando la sagoma del tronco.

Questa tipologia appartiene agli Or. Aphllophorales, con un aspetto simile a quello della legna da ardere degli alberi. I funghi legnosi non hanno il gambo e si attaccano direttamente al tronco.

I funghi sono una risorsa decorativa innovativa sotto molti punti di vista.

Piccoli capricci della natura

Ganoderma lucidum.

La natura ci offre forme e colori bellissimi e certamente irripetibili. Possiamo parlare di piccoli capricci della natura per il loro aspetto fuori dal comune. Un chiaro esempio è il Ganoderma lucidum. Quali sono le sue caratteristiche?

  • È una specie che si sviluppa su tronchi o sui ceppi in uno stato avanzato di putrefazione. I più diffusi sono quelli del genere Quercus, che spuntano soprattutto in primavera e in autunno.
  • Quando questo fungo viene raccolto, inizia a diventare duro con il passare del tempo, cioè inizia ad assumere un carattere legnoso. È il momento ideale per sistemarlo su una ciotola, un piatto o un piedistallo a scopo decorativo.
  • Un’idea originale è seppellire i funghi secchi in uno strato di sabbia di circa 2 centimetri, dentro una ciotola di vetro e in una posizione che attiri l’attenzione. In questo modo, potrete sistemarli sulle mensole o in giardino.
  • Il design dalle linee curve di questo fungo li rende un elemento dall’estetica dinamica, perfetto da includere nella decorazione della vostra casa. Siamo sicuri che attirerà l’attenzione dei vostri ospiti. Questo fungo è un esempio molto bello dell’uso che si può fare delle risorse naturali nella decorazione.

Funghi secchi: dalla foresta a casa nostra

Funghi di bosco su un ramo.

Un altro caso peculiare è il Fomes fomentarius, che cresce sui tronchi di legno vivo degli alberi di pioppo o su altri alberi della specie Populus. Fiorisce tutto l’anno e il suo aspetto è molto robusto e ampio, tanto che può crescere fino a diventare di grandi dimensioni.

  • Questo fungo acquisisce un aspetto legnoso durante il suo sviluppo e cresce sempre di più. Man mano che invecchia, diventerà sempre più grande.
  • È un’ottima risorsa per realizzare un centrotavola. Le dimensioni adatto in questo caso sarebbe quello di una palla da tennis. Infatti, allo stato naturale può crescere a dismisura, ma come risorsa decorativa è bene che non sia troppo esagerato.
  • La forma è arrotondata e ricorda da vicino una roccia di granito, grazie al colore esterno che diventa grigiastro e tende a scurirsi.

La natura è una fonte infinita di risorse decorative.

I licheni: un verde molto particolare

Lichene sul tronco.

Se queste proposte vi hanno incuriosito e avete deciso di decorare con i funghi secchi, vale la pena considerare anche i licheni. A livello estetico somigliano ad un prato e posizionati attorno ai funghi secchi sono molto belli. Se realizziamo un centrotavola, su un piatto o in giardino, con i licheni possiamo trasformarlo in una risorsa naturale e decorativa con finalità artistiche.

Una specie molto interessante di licheni è l’Evernia prunastri, detto anche muschio di quercia, poiché si sviluppa sulla corteccia di questo albero e anche su quella dei pini. Ha una forma molto particolare, che assicura un effetto vivace e stravagante.

Un altro lichene interessante da tenere in considerazione è il Cladonia pyxidata. Ha la forma arrotondata ed è molto decorativo. Cresce sui terreni umidi all’ombra delle foreste. Pertanto, per svilupparsi ha bisogno di molta umidità.

Ad ogni modo, se vi piace la decorazione naturale in generale, la cosa migliore da fare è andare in campagna, camminare e contemplare la moltitudine di varietà di licheni, ognuna con forme e colori diversi.