Composizioni floreali: le regole base

28 agosto, 2019
Vi piacerebbe creare delle composizioni floreali dallo stile decisamente personale? A tal fine, vi forniamo una serie di consigli per creare delle composizioni in grado di attirare tutti gli sguardi.
 

Imparate a creare delle splendide composizioni floreali seguendo alcune delle nozioni di base fondamentali. A tal fine, i seguenti concetti sono quelli più importanti: volume ed equilibrio, armonia e ritmo e abbinamento cromatico.

Sia che provengano dal vostro giardino che acquistati da un fioraio, è importante che i fiori e il fogliame delle composizioni floreali mantengano una certa armonia. Non dimenticatevi che faranno parte della decorazione della casa e che pertanto saranno un punto d’attrazione.

Imparate a creare splendide composizioni floreali

Scopriamo quali sono le nozioni base da prendere in considerazione per creare una meravigliosa composizione floreale.

Equilibrio e volume

Fiori dentro un vaso di vetro

L’equilibrio è uno degli aspetti principali da prendere in considerazione. Grande o piccola che sia, la composizione floreale dovrà essere coerente e bilanciata con il contenitore.

Non è consigliabile caricare un lato più dell’altro o concentrare troppi fiori al centro della composizione, il cui volume dovrà anche essere in relazione al luogo in cui verrà posizionata.

Armonia e ritmo

Gabbiette con fiori
 

Per ottenere una composizione armonica si può utilizzare una sola qualità di fiori, un unico colore, usati da soli o in abbinamento a rami o foglie della stessa specie, i quali possono essi stessi dare forma a una composizione semplice.

Per creare contrasto, si potranno utilizzare fiori o foglie di forme e colori diversi, disposti in modo da risaltare singolarmente all’interno della composizione.

La ripetizione di uno stesso fiore, sempre dello stesso colore, e quella di uno stesso tipo di complemento decorativo, donano carattere all’insieme, conferendogli ritmo.

Da dove iniziare

Fiori in un sacchetto di iuta

Per dare forma alla composizione, è necessario prima determinare il punto vegetativo, che è un punto immaginario nel quale convergono i gambi. Si può creare con un singolo fiore o con più fiori raggruppati.

Il modo di disporre i fiori in mazzi e composizioni è estremamente vario. Sia che si opti per la semplicità di un singolo fiore che per una composizione più elaborata, è necessario tenere conto dei principi di base dei formati, che sono la forma circolare, a ventaglio o allungata.

In genere l’effetto della composizione è più efficace quando si posiziona al centro un fiore a gambo lungo, ma si possono anche creare più punti focali, ad esempio posizionando diversi esemplari ai lati della composizione. Queste regole restano valide anche se utilizziamo solo il fogliame.

 

La distribuzione nelle composizioni floreali

Composizioni floreali in vasi ornamentali

Nei mazzi di fiori o in qualsiasi tipo di composizione floreale, i fiori irregolari, come i crisantemi o i gigli, andrebbero posizionati al centro e in diverse direzioni. Questo per per evitare di eclissare gli altri.

I fiori dalla forma arrotondata e piccola, come il garofano, dovranno essere disposti sopra quelli più grandi e rotondi, come le dalie, in modo da non sovraccaricare la composizione.

I fiori pendenti, come quelli di glicine, dovranno essere recisi lasciando lunghi gli steli, in modo da farli cadere dall’alto della composizione floreale. Ciò contribuisce a creare un effetto estremante dinamico.

Il colori nelle composizioni floreali

Fiori artificiali

Prima di scegliere le tonalità di fiori e foglie, dovremo avere ben chiaro dove posizionare la composizione floreale in modo da tenere conto dei colore dei mobili e degli accessori. Anche il fondale in cui verrà collocata svolge un ruolo importante.

 

Se vogliamo che la composizione diventi il centro dell’attenzione, dobbiamo giocare sul contrasto dei colori, ma se l’effetto desiderato è quello di fondersi con l’ambiente circostante, i colori della composizione floreale dovranno essere della stessa gamma tonale delle pareti e dei mobili.

Se abbiamo poca esperienza, possiamo provare a creare le prime composizioni con fiori di uno o due colori, abbinati a rami dal fogliame verde.

Abbinamento di colori nelle composizioni floreali

Composizioni floreali sul davanzale

  • Blu. I toni intensi e chiari – giglio, giacinto – si possono combinare con il contrasto dei gigli bianchi. Si abbinano anche con i toni malva e rosa -gladiolo, rose-, che conferiscono luce alla composizione.
  • Giallo. Si abbina molto bene ai fiori rossi. Questi due colori intensi e caldi li troviamo nei tulipani, garofani e gerbere. Sono quelli più consigliati per creare composizioni di grande effetto.
  • Bianco. Da solo o abbinato ai toni pastello produce un effetto luminoso. I fiori più indicati: tuberosa, fresia e dalia. Esistono anche diverse orchidee dalle tonalità pastello.
 
  • Verde. È il colore ideale per gran parte delle composizioni. I rami con fogliame si abbiano perfettamente con le foglie dei fiori.

Decorative e originali, le composizioni floreali sono alla portata di tutti gli appassionati del giardinaggio. Con un po’ di buon gusto e alcune nozioni di base potete mettervi subito al lavoro.