Una pratica guida per illuminare gli esterni

27 ottobre, 2020
Prendete nota, perché in questo articolo vi diremo tutti i migliori trucchi per illuminare gli esterni con stile e funzionalità.

Illuminare gli esterni può diventare complicato se non si conoscono bene le tecniche adatte. In questo articolo vi presentiamo le tipologie di luce esistenti e come posizionarle per creare un’atmosfera accogliente. Inoltre, vi consiglieremo i modelli più adatti a seconda dello spazio a disposizione.

Se avete intenzione di illuminare il vostro giardino, o il portico o la terrazza, per prima cosa sarà fondamentale valutare lo spazio e il modo in cui è distribuito. Ma non temete, perché vi aiuteremo ad ottenere il risultato migliore. Continuate a leggere!

Illuminare gli esterni: una guida infallibile

Barra luminosa esterna.

Tenete presente che gli spazi esterni di piccole dimensioni richiedono un’illuminazione soffusa e specifica che non abbagli troppo, mentre in un grande giardino o terrazzo è possibile abbinare diversi sistemi di illuminazione. Ovviamente, daremo la preferenza a quelli che forniscono un tipo di luce ambientale. Iniziamo.

Lampade da parete e a sospensione

Forniscono un tipo di luce soffusa e d’ambiente, ideale per illuminare gli spazi di pochi metri. Vengono utilizzate principalmente su terrazzi e balconi, ma sono adatte anche per l’illuminazione di porte e facciate.

Luci superiori

Come indica il nome, vengono posizionate sopra i muri e le colonne per delimitare il terreno del giardino o per illuminare le porte di accesso esterne. Producono una luce ambientale intensa, quindi sono altamente raccomandate.

Incasso a pavimento e parete

Con questo sistema di illuminazione mira a creare degli effetti di luce. Sono altamente raccomandate per l’illuminazione di facciate, alberi, muri, percorsi e sentieri.

Si tratta di un tipo di luce puntiforme e localizzata che completa l’ambiente. Ovviamente l’unico inconveniente di questi modelli è che non sono molto economici e necessitano di filtri e griglie antiabbaglianti per attenuare la forte intensità luminosa.

Garage illuminato.

Illuminare gli esterni con i faretti

Sono luci dal design più audace che si fissano a terra e di solito hanno una forma allungata. Forniscono una luce di tipo ambientale e vengono utilizzati principalmente su sentieri o percorsi per delimitare le diverse aree.

Inoltre possono essere molto utili per illuminare i grandi spazi anche se, in questo caso, è necessario posizionare molti punti luce distribuiti strategicamente.

I lampioni

Sono il più classico dei sistemi di illuminazione per esterni e funzionano anche come pezzi decorativi. Forniscono luce generale e sono utilizzati per gli spazi ampi come i giardini o le grandi terrazze.

Il loro prezzo varia a seconda del design e del numero di luci. Se volete dare un tocco personale agli esterni della vostra casa, i lampioni sono un tipo di illuminazione funzionale che non sbaglia mai.

Luci accessorie

In generale, sono luci decorative. Potete scegliere tra diversi modelli, tra cui torce, spiedini e lance. Collocatele a terra e vedrete che bella luce proiettano!

Poi ci sono le lampade con le candele che offrono una luce calda e morbida; ma anche le pietre in fibra di vetro con la luce interna che sembrano rocce naturali e che offrono all’ambiente un’atmosfera accogliente.

Illuminare gli esterni attraverso due sistemi diversi

Giardino con luci. Illuminare gli esterni.

Non dimenticate che gli elementi per l’illuminazione devono essere leggeri e altamente resistenti all’umidità e alle intemperie. Ecco perché è molto conveniente scegliere correttamente i materiali.

I più comuni sono fibra di vetro, alluminio iniettato, acciaio inossidabile, plastica e poliestere. Inoltre, potete scegliere anche un tipo di legno resistente alle intemperie. E ora vi proponiamo alcune idee per due spazi esterni: la terrazza e il giardino.

Illuminare una terrazza

Che ne dite di scegliere una lampada da parete poco illuminata in modo che non abbagli i vostri ospiti? Potete mettere un faretto per delimitare o aumentare la luce ambientale e dare ampiezza allo spazio.

Che dire poi delle lampade sulle piante per creare dei meravigliosi effetti di luce. Il risultato sarà molto bello e farà risaltare le vostre creature.

Illuminare un giardino

In giardino, dobbiamo scegliere i diversi sistemi di illuminazione a seconda delle zone che si vogliono illuminare: il gazebo, un sentiero, il prato, un grande albero…

L’ideale è combinare una luce generale con una decorativa. Per creare un’illuminazione d’ambiente accogliente, è possibile ricorrere a dei piccoli punti di luce fioca e anche a dei punti luce indiretta, creando così un attraente gioco di forme e volumi.

Cosa ne pensate delle nostre idee? Siete pronti ad applicarle nei vostri esterni? Ricordate che prima di mettervi al lavoro, dovrete misurare gli esterni e determinare a quali settori volete dare la priorità. La pianificazione è il trucco!