Trucchi per una cucina più ecologica

Per avere una cucina ecologica il principio da rispettare è uno solo: prendersi cura dell'ambiente e delle proprie tasche.
Trucchi per una cucina più ecologica

Ultimo aggiornamento: 30 agosto, 2021

Con i trucchi per una cucina più ecologica che vi presenteremo in questo articolo scoprirete che realizzarla è molto più facile di quanto pensiate. Dare spazio a pratiche ecocompatibili non è solo questione di risparmio economico, ma anche di consapevolezza ogni volta che si utilizzano determinate risorse e dell’importanza di preservarle per le generazioni future.

Continuate a leggere perché vi raccontiamo più nel dettaglio quali sono quei trucchi per avere una cucina più ecologica.

I trucchi per avere una cucina più ecologica

Molte persone pensano che essere amichevoli con l’ambiente sia qualcosa che non può essere adattato a tutti gli spazi della vita. Tuttavia, ogni azione conta e può essere determinante.

Dopo aver letto questo articolo, capirete che le pratiche in cucina influenzano notevolmente il consumo di energia e acqua, ad esempio.

Senza ulteriori indugi, vi diremo di più su quei trucchi che ora potete iniziare a mettere in pratica nella vostra cucina per renderla più ecologica.

Usare elettrodomestici efficienti

Efficienza elettrica.

Gli elettrodomestici sono i dispositivi che consumano più energia in casa, e non c’è da aspettarsi diversamente, dal momento che di solito sono sempre collegati alla corrente, come nel caso del frigorifero. Poiché non possiamo evitarlo, ciò che dobbiamo fare è utilizzare quelli più efficienti.

Come si misura l’efficienza degli elettrodomestici? I produttori hanno il dovere di inserire informazioni sulle etichette. Ci sono sette categorie che vanno da A a G, dove A è la più efficiente. A loro volta, ci sono altre sottocategorie all’interno di A che sono riconosciute dal simbolo più (+). Il migliore tra questi è la A triplo più (A +++).

Tenete presente che, come indicato dalle pubblicazioni, i frigoriferi di categoria D, E, F o G non vengono più prodotti, cioè sono obsoleti. Quindi, se state pensando di acquistarne uno di seconda mano, verificate queste informazioni e optate per uno che vi aiuti a ridurre il consumo di energia.

Sia i frigoriferi che i forni, i forni a microonde e le lavastoviglie, tra gli altri elettrodomestici utilizzati in cucina, devono avere queste informazioni.

Ottimizzare le funzioni dell’apparecchio

La maggior parte degli elettrodomestici è dotata di caratteristiche “eco”, progettate in un modo innovativo per ridurre il consumo di acqua ed energia. Tuttavia, se i vostri elettrodomestici non hanno questa funzione, ci sono ancora molti trucchi per rendere la vostra cucina più ecologica.

  • Lavastoviglie: lavate i piatti quando la lavastoviglie è piena e preferite le basse temperature. Il maggior dispendio energetico di questo elettrodomestico si produce riscaldando l’acqua, immaginate poi se lo mettete in funzione a mezzo carico, più volte al giorno.
  • Frigorifero: non posizionate mai questo apparecchio vicino a fonti di calore, poiché “capirà” che deve lavorare di più per mantenere freddo il cibo all’interno. Pertanto, evitate di metterci cibi caldi e di aprire la porta inutilmente.
  • Forno: dopo averlo spento, continuate a trattenere il calore per diverse ore. Tenetelo a mente e spegnetelo prima che le preparazioni abbiano finito di cuocere, per sfruttare quel calore residuo. Inoltre, evitate di aprirlo quando sta facendo il suo lavoro, in questo modo eviterete che il calore fuoriesca e debba lavorare troppo.
  • Microonde: ottimizzate il suo utilizzo riponendo il cibo in contenitori di vetro e tagliandolo a pezzi. Preferite questo forno solo quando si tratta di riscaldare il cibo.

Non sprecare il cibo

Non sprecare cibo.

Secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO), circa un terzo delle parti commestibili del cibo viene perso o sprecato. Ciò rappresenta quasi 1,3 miliardi di tonnellate all’anno. In Europa, i prodotti alimentari che si perdono di più ogni anno sono i cereali e i latticini.

Aiutate a prevenire questo spreco pianificando i pasti. Fate una lista della spesa e cercate di buttare via il meno possibile.

Controllare la spesa per i servizi essenziali

Risparmiate energia utilizzando lampadine a LED che, sebbene un po’ più costose di quelle tradizionali, durano molto più a lungo, il che si traduce in un notevole risparmio a livello ambientale ed economico.

Non sprecate acqua, installate riduttori nel rubinetto, provate a lavare i piatti in lavastoviglie e ottimizzate il processo di lavaggio dei cibi. Quando avete intenzione di scongelare del cibo, non fatelo con acqua calda, poiché sono necessari molti litri per ottenerlo.

Riciclare correttamente tra i trucchi per una cucina più ecologica

Segui questi suggerimenti per avere successo.

L’ultimo dei trucchi per avere una cucina più green ha a che fare con il riciclaggio. La cosa migliore sarà avere i rispettivi contenitori per separare plastica, rifiuti organici e non utilizzabili.

L’olio esausto è uno di quegli elementi che non va in nessun contenitore, ma per ignoranza finisce con quelli inutilizzabili o organici, contaminando tutto.

In tal caso, cercate online e contattate un’azienda di riciclaggio per questo articolo, conservatelo in una borsa o una bottiglia una volta raffreddato, e consegnatelo. In questo modo vi prenderete cura anche dell’ambiente.

Non aspettate oltre e iniziate ad applicare questi semplici ma efficaci accorgimenti per avere una cucina più ecologica.

Potrebbe interessarti ...
Avere una casa eco: la sfida dei nostri giorni
Decor TipsLeggi in Decor Tips
Avere una casa eco: la sfida dei nostri giorni

Una casa eco è un'alternativa che rispetta il pianeta e, inoltre, vi aiuterà a risparmiare sulle spese più di quanto pensiate.



  • Salcedo, R. Electrodomésticos, consumo y eficiencia energética. PublicacionesDidacticas.com. Núm. 93. 2018.
  • Pérdidad y desperdicio de alimentos en el mundo. alcance, causas y prevención. FAO. 2011.