Rinnovare la cucina: 8 pratici e utili consigli

Avete in mente di rinnovare la vostra cucina? In questo articolo vi daremo 8 utili consigli.
Rinnovare la cucina: 8 pratici e utili consigli

Ultimo aggiornamento: 27 novembre, 2020

Se state pensando di rinnovare la cucina e non sapete da dove iniziare, in questo articolo vi daremo 8 utili consigli per cominciare i lavori. Sarà più facile di quanto pensate!

Leggete con attenzione perché i consigli che vi daremo vi aiuteranno a realizzare l’ambiente che desiderate e lo renderanno pratico ed accogliente senza spendere molti soldi.

Rinnovare la cucina: mettiamoci al lavoro!

Rinnovare la cucina. Realizzare una cucina con materiali sostenibili.

Rinnovare la cucina può essere un vero rompicapo, soprattutto se non si conoscono le cose a cui prestare attenzione. Per questo motivo, abbiamo preparato per voi un elenco che pensiamo possa aiutarvi.

1. Pianificare bene i lavori

Prima di iniziare i lavori, bisogna aver chiaro il tipo di cucina che abbiamo in mente. Ricordatevi che non esiste un modello perfetto. Tutto dipende, il larga misura, dallo stile di vita e dalle esigenze della vostra famiglia.

La cosa migliore da fare è preparare una lista per individuare le funzioni che la cucina avrà per voi: se ci cucinate solamente, se ci mangiate, se avete bisogno di uno spazio per la dispensa, ecc. Inoltre, vi consigliamo di stabilire un budget (almeno quello iniziale).

2. Provate a recuperare spazio

Cucina piccola arredata con mobili bianchi e piano di lavoro in legno.

La prima cosa da considerare è la sua posizione. Se state pensando di rinnovare la cucina, potreste decidere di posizionarla in una stanza diversa o più vicina alla sala da pranzo.

Tuttavia, se il luogo dove si trova va bene, potreste guadagnare un po’ di spazio ricavando qualche metro quadrato da una stanza attigua come la lavanderia o un piccolo bagno.

Installando una porta scorrevole o pieghevole o cambiando il verso di apertura della porta potrete guadagnare quello spazio extra che a volte è molto utile.

3. Rinnovare la cucina: l’organizzazione dello spazio disponibile

Nelle cucine a forma di “U”, i mobili e gli elettrodomestici sono disposti sulle tre pareti comunicanti. È una distribuzione molto comoda per cucinare che colloca la zona lavoro fuori dall’area di passaggio.

Le cucine ad “L” hanno due pareti adiacenti e sono ideali per creare una cucina-sala da pranzo. Questa soluzione è molto utile se lo spazio a disposizione non è ampio.

Le cucine con i mobili sistemati in linea sono perfette per stanze lunghe e strette. Se invece lo spazio che avete a disposizione è ampio, potete permettervi il lusso di avere un’isola centrale.

4. Distribuzione ottimale dei mobili

Rinnovare la cucina. Cucina arredata con mobili gialli.

Una buona distribuzione dei mobili è quella che vi permette di lavorare seguendo il percorso più logico possibile. Potete collocare il frigorifero ad un’estremità, il lavello al centro ed infine la zona fornelli.

Tra ciascuna di queste aree è conveniente lasciare uno spazio di circa 120-210 centimetri per poter lavorare comodamente. Che ne pensate di posizionare una dispensa accanto al frigorifero? O un modulo per riporre i prodotti per la pulizia accanto al lavandino?

5. Evitate gli errori

Non posizionate mai la zona cottura sotto la finestra, perché vi impedirà di installare una cappa. Inoltre, se avete i fornelli a gas, il vento potrebbe spegnere la fiamma. Se collocate il lavandino sotto una finestra, assicuratevi che il rubinetto non ne impedisca l’apertura.

Il lavabo e la zona cottura devono essere vicine, ma mai attaccate. Vi consigliamo di posizionare i pensili ad una altezza comoda (140 centimetri è l’altezza ideale). Inoltre, evitate dei mobili troppo profondi.

6. Rinnovare la cucina con gli elettrodomestici giusti

Cucina piccola con tutti gli elettrodomestici.

Prima di comprare i mobili, scegliete gli elettrodomestici di cui avrete veramente bisogno. Potete optare per le ultime novità ed acquistare, ad esempio, una cappa con una capacità aspirante molto elevata.

Non dimenticatevi di tenere conto dell’estetica. Se la vostra cucina ha uno stile moderno, potete scegliere degli elettrodomestici con finiture in acciaio inossidabile. Se preferite che gli elettrodomestici passino inosservati, potete comprare dei modelli pannellati o ad incasso.

7. Il piano di lavoro

Se avete intenzione di lavorarci molto, optate per un piano di lavoro pratico e efficiente. Per avere dei buoni risultati, scegliete dei materiali di qualità che resistano agli sbalzi di temperatura, ai tagli, alle macchie, alle bruciature, ecc.

I piani di lavoro in marmo o granito sono i più usati e si distinguono per la loro grande resistenza all’usura. Tuttavia, fate attenzione perché alcuni presentano delle superfici porose che tendono ad accumulare sporcizia.

8. Impianti elettrici nuovi

Elettrodomestici colore turchese.
Elettrodomestici / infocasa.com.uy

Se l’impianto elettrico ha più di dieci anni, potete cogliere l’occasione per rinnovarlo. Calcolate le prese elettriche di cui avrete bisogno e considerate che avrete bisogno di circa otto prese per i vostri elettrodomestici, grandi e piccoli.

Molto importante: tenete presente che il lavandino deve essere vicino ad uno scarico per avere la giusta pendenza. In questo modo eviterete di spendere molti soldi in spese idrauliche.

Come avete potuto vedere, pianificando bene i lavori, potrete rinnovare la vostra cucina in modo rapido rendendola molto efficiente.

Potrebbe interessarti ...
Cucine nere: l’ultima tendenza per una casa davvero alla moda
Decor TipsLeggilo in Decor Tips
Cucine nere: l’ultima tendenza per una casa davvero alla moda

Volete che la vostra casa sia davvero alla moda? Scoprite l'ultima tendenza: le cucine nere. Pensate siano tristi? Niente affatto!