Il colore rosso in cucina: una nota di carattere ed eleganza

26 maggio, 2020
Il colore rosso è sinonimo di forza, vitalità e intensità. Non è necessario escluderlo dalla casa, anzi; è possibile integrarlo in maniera diretta nell'arredamento della vostra cucina.
 

I colori intensi vengono spesso e volentieri scartati dalla decorazione della casa, a causa del loro forte impatto visivo. Esistono però ambienti che possono dare spazio a tonalità più forti senza che l’effetto finale ne risenta. Un esempio è l’uso del colore rosso in cucina.

Alcune stanze come il salone o la camera da letto non sono le più idonee per utilizzare il colore rosso, tonalità calda che denota molta forza. Ciò non significa che non si possa combinare il rosso con altri elementi decorativi, magari evitando di dipingere le pareti interamente di questo colore.

Utilizzare il colore rosso in cucina è possibile inserendolo principalmente nei mobili e negli accessori per la cucina. Bisognerà creare un insieme armonioso senza creare eccessi, per evitare un senso di soffocamento. Scopriamo come!

Il segreto per usare il colore rosso in cucina è il contrasto

Cucina moderna di colore rosso

Affinché il colore rosso doni alla vostra cucina un tocco sottile e originale, dovrete fare attenzione al contrasto tra gli elementi; questo colore da solo non può dominare in modo assoluto nella stanza, pur restando comunque il protagonista e dare un’aria di innovazione alla vostra cucina.

 

Il colore che si abbina meglio al rosso è il bianco. Si tratta di due toni opposti che, come in ogni caso della vita, si “attraggono”. Le combinazioni fra i due sono davvero interessanti.

In altri casi, anche il grigio e il nero sono ideali per creare un contrasto con il rosso. Trattandosi di due tonalità meno forti, l’effetto sarà quello di un ambiente più neutro, mentre il bianco farà sì che il vostro rosso spicchi molto di più.

Il rosso è il colore della passione, della vitalità e della forza.

Dove sta meglio il colore rosso in cucina?

Cucina interamente rossa

Arriva il momento di utilizzare il rosso e nascono i primi dubbi. Dipingere di rosso le pareti non è come avere un mobile di questo colore o perché no, un elettrodomestico. L’effetto ottenuto sarà totalmente diverso:

  • Se si scelgono dei mobili rossi, è meglio non utilizzarlo anche sulle pareti. Un’ottima idea è avere gli armadietti bassi e alti con le ante rosse, il piano della cucina in grigio e il resto degli elementi bianchi o neri.
 
  • Se invece avete le pareti rosse, situazione meno comune, si può giocare di più con i mobili. Tenete a mente che il contrasto con il bianco è fondamentale per creare un effetto di brillantezza e luminosità, facendo al contempo risaltare di più il rosso.
  • Esiste anche una terza opzione che è quella degli elettrodomestici rossi, chiaramente fuori dal comune e che diventeranno i veri protagonisti della vostra cucina. Anche in questo caso è fondamentale giocare con i contrasti per non farli perdere nello sfondo.

Ecco le possibilità a vostra disposizione. Scegliete quella che più si addice ai vostri gusti, ricordando sempre che nessun ambiente va caricato troppo di questo colore; è necessario creare un effetto dinamico e semplice.

Il rosso e i pavimenti

Esempio di cucina di colore rosso

Quando dobbiamo scegliere il pavimento perfetto per una stanza in cui il rosso è il colore dominante insieme ad un grigio o a un bianco, ecco le seguenti alternative:

 
  • Le mattonelle sono un materiale idoneo per la cucina, sia per la facilità con cui si puliscono sia per le tantissime possibilità e combinazioni di colori. Potete scegliere mattonelle monocromatiche (bianche o nere) oppure alternarle a mo’ di scacchiera.
  • D’altra parte, potete optare per un pavimento in legno. Darà un effetto più caldo ed è facile da pulire, sebbene sia delicato. Il contrasto con il marrone può essere interessante, ma rischia di causare una certa distanza e tensione; in questi casi è meglio scegliere del legno più scuro.

Il rosso e il verde

Cucina con mobili rossi e verdi
Cucina rossa e verde / photodeco.fr

Il verde è un colore che si sposa molto bene con il rosso, ma come combinarli in cucina? Ovviamente non dipingeremo tutte le pareti o i mobili in questo colore. Dovremo inserirlo in modo sottile.

Le piante sono il metodo migliore per dare dinamicità allo spazio e conferire un tocco diverso e intelligente; posizionatele agli angoli della stanza e darete al contempo un’aria di freschezza all’ambiente.