Tutto sulla decorazione in stile asiatico

09 febbraio, 2020
Quando pensiamo alla decorazione in stile asiatico, immaginiamo subito degli ambienti in stile giapponese o cinese. Ma è molto più di questo! Ogni paese dell'Asia ha molto da offrirci in termini di decorazione, cultura e stile.
 

La decorazione in stile asiatico è molto affascinante, nessuno può negarlo. Ci piace così tanto che vogliamo imitarla anche se ci troviamo a migliaia di chilometri dal quel continente.

In questo articolo, vi parleremo della decorazione in stile asiatico in modo che possiate usare le informazioni che vi daremo per arredare la vostra casa.

Decorazione in stile asiatico

Non possiamo dire che esiste uno stile asiatico unico. Sarebbe come non prendere in considerazione le molte correnti decorative esistenti. Nella maggior parte dei casi, quando si parla di decorazione in stile asiatico, si fa riferimento al tipo di decorazione utilizzata in Cina o in Giapponese.

In realtà, ci sono molti altri paesi asiatici dei quali vale pena analizzare il modo di decorare gli ambienti della casa. Ad esempio, la Corea del Sud, la Thailandia, la Cambogia, il Vietnam, ecc.

Non bisogna però fare un collage dei vari stili decorativi perché il risultato sarebbe l’opposto di quello che vi aspettate.

Sicuramente, ci sono delle caratteristiche comuni che i vari stili condividono. Ad esempio, l’uso dei colori naturali e la creazione di ambienti semplici che ci aiutano a migliorare il nostro stile di vita e il nostro benessere quando torniamo a casa dopo una giornata faticosa.

L’ordine geometrico, il disordine ridotto al minimo e l’utilizzo di materiali naturali (seta, carta di riso, bambù, cedro) sono fondamentali nello stile asiatico. E non dimentichiamoci degli oggetti in vimini, i tatami, i kimoni e, naturalmente, le teiere e le tazze dalle quali bere il tè ogni volta che vogliamo.

 
teiera in stile asiatico

L’arte orientale è molto semplice pur avendo delle espressioni grafiche notevoli. Il nero è il colore più utilizzato, ma si usano anche il bianco, il rosso e il grigio. Nessun oggetto o mobile si utilizza perché si “deve”. Possiamo dire che il minimalismo è la corrente che prevale in questi paesi (anche se pensiamo che sia più una creazione occidentale che degli orientali).

In Asia, a causa della sovrappopolazione, le persone vivono in spazi ristretti e questo li porta a non accumulare o avere oggetti inutili. Ma anche se gli spazi sono ristretti, gli ambienti delle case asiatiche sembrano più grandi proprio perché non sono occupati da cose inutili.

Decorazione in stile asiatico: esempi

Come abbiamo detto in precedenza, non esiste uno stile asiatico unico. Tutto dipende dal paese che si prende in considerazione. Quelli che vi presenteremo sono solo alcuni degli stili più conosciuti dagli occidentali e che potrete utilizzare nella vostra casa.

1. Corea

Gli stili asiatici sono molto diversi l’uno dall’altro. Per comprenderli, basta solo osservare come sono arredate le case nei vari paesi.

 

Per quanto riguarda la Corea del Sud, gli ambienti sono prevalentemente minimalisti, con pareti chiare che creano un contrasto con il colore dei mobili. Indubbiamente, lo stile coreano è il più moderno di tutto il continente: prevale l’uso di finestre grandi e mobili dalle linee rette.

bagno e lavandino in stile orientale con specchio e piante

2. Cina

Quello della Cina è uno stile esotico, spirituale, con molti elementi in rosso (colore che rappresenta la buona fortuna) e mobili in legno. Inoltre, sono molto utilizzate le decorazioni in nero e color oro.

In Cina si usa molto il bambù, sia per i mobili che per gli altri elementi decorativi. Per finire, sul pavimento non possono mancare i tappeti in lana con motivi floreali.

porcellana cinese vaso con fiori

3. Giappone

Lo stile giapponese è sobrio. Si usano colori tenui (marrone, grigio, verde) e, data la mancanza di spazio, dei mobili multiuso. Nelle case giapponesi l’arredamento diventa parte della decorazione.

 

Inoltre, si utilizzano degli elementi naturali come piante e rocce. Nelle tipiche stanze giapponesi è possibile trovare un bonsai, un pannello shoji, un separé di carta di riso e una tendina di bambù.

pannello shoji

4. India

Quando parliamo di decorazione in stile asiatico, anche l’India ha molto da offrirci. Lo stile indiano è molto elegante, colorato e ornamentale.

Si usano dei colori dai toni dorati, i rossi, i blu, i verdi e si combinano insieme mobili tradizionali e moderni. Importantissimi sono le immagini delle divinità come Ganesha, l’uso di fiori all’interno di cesti, le statuette a forma di elefante e i cuscini ricamati a mano.

divano cuscini e complementi arredo decorazione in stile asiatico

Decorazione in stile asiatico: conclusioni

Se vi piace lo stile asiatico perché avete visto delle fotografie o avete avuto la fortuna di viaggiare in questo fantastico continente, vi consigliamo di scegliere un solo tipo di decorazione (di un solo paese) e di non mescolare i vari stili all’interno della stessa stanza.

 

In caso contrario, il risultato finale sarà caotico e di difficile comprensione per i vostri ospiti. Tuttavia, potete scegliere uno stile decorativo per ogni ambiente della casa.

Ad esempio, il salone in stile giapponese, la camera da letto in stile indiano, la cucina in stile coreano, la sala da pranzo in stile cinese e così via… Entrare nella vostra casa sarà come fare un bellissimo viaggio nel continente asiatico!

  • Pereira, M. A. dos R., & Beraldo, A. L. (2007). Bambu de corpo e alma. Bauru: Canal.