Troppa confusione in casa? Smettete di accumulare e iniziate ad organizzare!

Il fatto di tenere in casa ogni genere di cose non ci farà stare meglio, anzi. Spesso facciamo l'errore di accumulare senza mantenere l'ordine e di saturare inutilmente gli spazi.
Troppa confusione in casa? Smettete di accumulare e iniziate ad organizzare!

Ultimo aggiornamento: 16 giugno, 2022

Osservando la situazione della vostra casa vi renderete conto che molte delle cose che avete restano inutilizzate. Pertanto, dovete considerare quanto segue: troppa confusione in casa? È tempo di organizzare e smettere di accumulare. 

Il semplice fatto di fermarvi e analizzare qual è la circostanza di ogni stanza vi aiuterà a migliorare lo stato degli interni. Non dovete cadere nell’errore di risparmiare senza ragionare; questo può portare al disordine e quindi al caos.

Pensate sempre che qualche elemento particolare possa essere riutilizzato in futuro. Certo, questo può essere vero, ma la maggior parte delle volte in cui applichiamo questo concetto, l’oggetto viene conservato per anni.

Il passo in cui iniziamo ad accumulare

Locali di deposito ordinati e puliti.

Quando compriamo una casa e cresciamo una famiglia, di solito decoriamo gli interni con le risorse necessarie, essendo precisi nella scelta e ricorrendo a ciò che è veramente utile. Tuttavia, nel corso degli anni questa idea è va perduta.

È inevitabile prendere nuovi oggetti, mobili, elettrodomestici, ecc. Probabilmente li incorporiamo in casa senza necessità di sostituirli, ma è anche possibile rimuovere ciò che non è più utile e conservarlo in un ripostiglio o in un altro locale.

Invece di pensare in modo coerente e riflettere sull’organizzazione interna, tendiamo ad accumulare. Per accontentarsi si ricorre alla formula «meglio tenerlo per ogni evenienza…». Sarebbe comodo pensare che la nostra stessa casa possa diventare un magazzino.

Non dovete salvare tutto; se qualcosa diventa obsoleto, sbarazzatevene.

Organizzare e non accumulare

Cassetto e armadietto in ordine.

L’ordine è il principio fondamentale che dobbiamo seguire. Se manteniamo questa idea alla lettera, raggiungeremo un passo molto importante. Certo, deve esserci un’unione con altri due concetti: organizzazione e non accumulo. Ecco alcuni criteri da seguire:

  1. Ogni volta che intendete includere qualche elemento decorativo in casa, dovete sapere se ne avete davvero bisogno, se sarà utile o se siete soddisfatti del suo aspetto. Se ce l’avete senza una convinzione personale, allora commetterete un errore.
  2. Nel caso di un mobile, se è obsoleto o usurato e volete cambiarlo, non si tratta di continuare a mantenerlo in uso, ma il contrario. ccorre liberarsene, ripulire e lasciare uno spazio ottimale per un nuovo mobile.
  3. Lo stesso può accadere con un elettrodomestico o con le stoviglie. Se sono in cattive condizioni, perché continuare a tenerli se, in pratica, non lo utilizzerete molto?
  4. Come per i vestiti e altri oggetti decorativi, possono anche essere riciclati; qui però interviene un fattore sentimentale che vi costringe a continuare ad averlo in casa. Pertanto, l’organizzazione che create gioca un ruolo molto importante.
  5. Se avete figli, devono essere educati a questo pensiero. È un modo per loro di mettere in ordine i giocattoli e, a lungo termine, apprezzeranno lo sforzo che avete fatto all’inizio.

Il problema del ripostiglio

Elimina ciò che è inutile

Una soluzione che, in realtà, non va a buon fine è il trasferimento nel ripostiglio di tutto ciò che è avanzato in casa. Questa gestione non è adeguata, poiché non metterete in pratica il processo di organizzazione e di non accumulo.

Questo spazio diventa un magazzino. All’inizio potrete iniziare ad organizzarlo ma, negli anni, cercherete di occupare ogni angolo libero fino a raggiungere il punto di saturazione.

Dovete tenere a mente che, in questo modo, si genera molta più sporcizia, si accumulano elementi di ogni tipo e il caos comincia a regnare senza che ci sia ordine o concerto. Pertanto, è necessario utilizzare il ripostiglio ma con moderazione e buon senso.

I vantaggi di organizzare una casa ben ordine

organizzare

Per convertire la vostra casa in un luogo più adatto all’abitabilità, dovete seguire i seguenti principi: ordine, riciclo e spazialità. Una volta ottenuti gli ambienti ben ossigenati e con gli elementi perfettamente organizzati, raggiungerete il grado di benessere.

Il piacere di sentirsi a proprio agio e alleggeriti non ha prezzo. Se ci dedichiamo a conservare continuamente tutto cadremo in inutili accumuli, mentre se ci organizziamo dall’inizio, ci sentiremo orgogliosi della nostra casa.



  • Kondo, Marie: La magia del orden, Aguilar, 2001.