Piante d'appartamento tossiche per gli animali domestici

Le piante d'appartamento tossiche per gli animali domestici includono l'oleandro, l'edera comune e l'aloe vera. Scoprite come possono influenzare i vostri pelosi.
Piante d'appartamento tossiche per gli animali domestici

Ultimo aggiornamento: 11 settembre, 2021

Quando si hanno animali domestici, è importante considerare le piante da interno che si hanno in casa, poiché ce ne sono molte che sono tossiche per loro. L’idea non è fare a meno delle piante, ma avere quelle giuste. In questo modo, sia voi che i vostri animali domestici sarete felici.

D’altra parte, sapere quali sono le piante da appartamento tossiche per gli animali domestici vi permetterà di localizzarle altrove. Questo, nel caso in cui abbiate già in casa questi tipi di piante e le apprezziate troppo per sostituirle. Continuate a leggere per scoprire quali sono.

Rischi per gli animali domestici a contatto con alcune piante

Gli animali domestici possono essere colpiti in modi diversi se entrano in contatto con delle piante tossiche. Da qui l’importanza di identificarle. Alcuni dei problemi più comuni nei cani e nei gatti sono le risposte allergiche e infiammatorie. Queste possono causare problemi alla pelle e al pelo lievi o gravi.

Inoltre, gli articoli sottolineano che ci sono alcune piante che colpiscono il sistema gastrointestinale causando vomito, diarrea e infezioni. Ci sono anche problemi cardiaci, convulsioni e danni ai reni, che possono essere gravi e persino fatali.

Elenco delle piante tossiche per gli animali

Ora che sapete quali sono i rischi a cui possono essere esposti i vostri animali domestici se toccano o ingeriscono piante tossiche, vi diremo quali sono quelle piante. Se riconoscete di averne qualcuna in casa, è meglio tenerla lontana dai vostri cani o gatti. Mettetele alle finestre o in vasi sospesi.

Oleandro

Oleandro.

L’oleandro è una delle piante più tossiche e pericolose per gli animali domestici. Oltre a causare problemi a livello digestivo, deprime il sistema nervoso centrale, genera tachicardia, sonnolenza e aritmie. Se un animale domestico ingerisce una dose elevata di questa pianta, può diventare grave, cadere in coma e morire.

Aloe Vera tra le piante tossiche per gli animali

L’aloe vera è una pianta molto conosciuta e si distingue per i suoi molteplici benefici sulla pelle. Tuttavia, fa male agli animali domestici e provoca allergie cutanee, salivazione eccessiva, vomito, diarrea e dolori addominali. Ciò è dovuto all’aloina che contiene e si trova sotto la pelle delle foglie, che funge da lassativo.

Amarillo

L’amarillo è un bellissimo fiore dai toni rosa e bianchi. Gli alcaloidi che lo compongono generano vomito, che provoca la disidratazione dell’animale. Può causare disturbi al sistema nervoso, provocando tremori e debolezza.

Azalea

L’azalea è una pianta molto appariscente con graziosi fiori rosa. Tuttavia, generano un alto livello di irritabilità nel sistema digestivo degli animali domestici. Tra i sintomi più comuni al tatto o all’ingestione ci sono alterazioni della mucosa orale, vomito e diarrea. La parte più tossica sono le sue foglie.

Kalanchoe

Kalanchoe.

Kalanchoe è una pianta molto sorprendente da guardare, ma contiene sostanze tossiche che non dovrebbero essere ingerite dagli animali domestici. Di solito provoca diarrea e vomito e, sebbene sia raro, possono verificarsi anche aritmie cardiache.

Ciclamino

Il ciclamino contiene nei suoi principi attivi una sostanza altamente tossica nota come ciclamina. Possiamo riconoscere quando il cane consuma questa pianta perché l’animale appare stordito e presenta convulsioni, aritmie e, in casi estremi, paralisi agli arti.

Costola di Adamo

La famosa Monstera deliciosa o costola di Adamo è una pianta molto comune nelle case. Tuttavia, non è consigliabile averla quando ci sono animali domestici. Se cani o gatti lo consumano, soffriranno di infiammazione e irritazione del tratto gastrointestinale, che provoca vomito incontrollabile.

Croton

Croton è un’altra pianta tossica per gli animali domestici. Le principali conseguenze che si possono osservare quando un cane l’ha ingerita sono bruciore della mucosa orale, abbondante salivazione e difficoltà nella deglutizione. L’infiammazione della lingua, dell’esofago e dello stomaco porta alla diarrea. Questa pianta, infatti, provoca dermatiti da contatto anche nell’uomo.

Edera comune

Edera comune.

L’edera comune produce frutti appetitosi per gli animali domestici, ma che possono avere gravi conseguenze. Se il cane o il gatto ne consumano una grande quantità, possono subire un arresto cardiorespiratorio, poiché questa pianta riduce la frequenza cardiaca. Genera anche dermatiti e ulcere sulla pelle.

Ortensie, ultime delle piante tossiche per gli animali

L’avvelenamento da ingestione di ortensie è raro, ma può verificarsi. Se il vostro animale domestico le consuma, dovreste rivolgervi urgentemente a un veterinario. Questa pianta contiene una sostanza chiamata amigdalina che, se ingerita, si trasforma in cianuro, risultando letale per l’animale.

Considerazioni finali

In questo articolo vi abbiamo elencato le principali piante tossiche per gli animali domestici. L’idea di fondo è evitare di averle o che le esponiate lontano dalla portata dei vostri amici a quattro zampe. Arredate la vostra casa, ma senza mettere a rischio la salute e il benessere dei vostri pelosi.

Potrebbe interessarti ...
6 piante per mini appartamenti
Decor TipsLeggi in Decor Tips
6 piante per mini appartamenti

Le 6 piante per mini appartamenti che vi consiglieremo sono facili da curare e daranno un tocco verde molto speciale alla vostra casa.