Palazzo reale di Aranjuez: eleganza e classicismo nella decorazione

01 settembre, 2019
L'eleganza e il classicismo sono le componenti principali della decorazione di questo meraviglioso palazzo.
 

Parlando di decorazione in stile classico, uno dei migliori esempi è certamente lo stile decorativo del Palazzo reale di Aranjuez, in Spagna. In esso è possibile trovare una grande varietà di elementi che lo rendono un motivo d’ispirazione per la decorazione d’interni.

La struttura è d’ispirazione prettamente francese, paese in cui lo stile classico ebbe grande sviluppo a partire dal XVII secolo in poi. L’estetica del palazzo si può ricollegare ad altri edifici del genere nelle penisola iberica, come il  Palazzo Reale di Madrid.

Elementi di questo stile vengono utilizzati tutt’oggi nella progettazione degli interni. È infatti indubbio che l’estetica barocca dei secoli XVII e XVIII sia servita, nel tempo, da ispirazione per la decorazione degli ambienti.

A breve entreremo nel dettaglio della meravigliosa decorazione del Palazzo reale di Aranjuez. Non perdetevelo!

Palazzo reale di Aranjuez: un po’ di storia

Storia del palazzo di Aranjuez.

La costruzione del palazzo inizia introno al XVI secolo, durante il regno di Filippo II. Juan Bautista de Toledo è l’architetto incaricato di avviare le opere. Più tardi parteciperà anche Juan de Herrera.

 

Il problema sorgerà nel XVII secolo, periodo in cui i lavori verranno interrotti fino agli inizi del XVIII secolo, sotto il regno di Filippo V. Inoltre, un incendio distruggerà l’edificio. Sarà poi il re Ferdinando VI a occuparsi della ricostruzione, assegnando l’incarico all’architetto Santiago Bonavía.

Più tardi, durante il regno di Carlo III, si darà il via all’espansione di alcune parti dell struttura ad opera dell’architetto Francisco Sabatini. Egli adotterà uno stile magniloquente che riflette la maestosità di Versailles.

Il Palazzo reale di Aranjuez è considerato patrimonio dell’umanità.

La camera da letto di Isabella II

Camera da letto di Isabella II
Camera da letto di Isabella II / turismoenaranjuez.com

Una delle stanze più interessanti è indubbiamente quella di Isabella II. In questo luogo si riscontrano una serie di caratteristiche davvero peculiari che lo rendono diverso dagli altri esempi di stanze reali.

  • La tonalità giallo senape è il colore prevalente dell’ambiente, ed è presente sia nei tessuti alle pareti che nella decorazione dei tappeti. È una caratteristica insolita che si configura come una peculiarità.
 
  • D’altra parte, le dorature si abbinano perfettamente con la tonalità appena descritte, e le possiamo ritrovare sui mobili e le lampade. Il tutto combinato con il legno, che le fa risaltare offrendo una sensazione di calore e brillantezza. Per quanto lo scopo originale sia in realtà un ricerca di lusso e ostentazione.
  • Sul soffitto si trova un affresco dipinto con la tecnica del trompe-l’œil, un genere tipico del barocco.
  • La ricchezza della decorazione è presente ad ogni angolo. Si trovano tessuti di ogni tipo. Ma la caratteristica più importante è data dal dinamismo delle curve nei mobili, che è una componente tipica del rococò.

Palazzo reale di Aranjuez: la sala da biliardo

Palazzo reale di Aranjuez: la sala da biliardo
Sala da biliardo / turismoenaranjuez.com

Chi ha detto che il biliardo è un gioco moderno? Come potete vedere, nel Palazzo reale di Aranjuez esiste una stanza dedicata a questo gioco. Inoltre, lo spazio dedicato è adibito in un modo completamente diverso da quello concepito oggi per  una sala per il tempo libero.

Troviamo. infatti, un ambiente completamente decorato,  che attraverso un horror vacui decorativo, fatto di geometrie, animali e stampe, restituisce un’estetica in cui i colori si riducono ai toni caldi (salmone, ocra…), al bianco e blu.

 

Il biliardo è costituito da una struttura inferiore completamente decorata da archi, sfere e oro. Un’eleganza decisamente alternativa per l’epoca, alquanto in stile francese.

Anticamera della musica: tra arte e decorazione

Anticamera della musica e delle art
Anticamera della musica / turismoenaranjuez.com

In questo luogo ritorna il colore giallo senape nelle tende e i mobili. Sul pavimento troviamo un tappeto che copre l’intera superficie con un colore marrone chiaro. Le pareti sono ricoperte di dipinti e sul soffitto troviamo un altro trompe-l’œil.

L’unico contrasto ai tanti toni chiari è dato dal granato che troviamo sulle pareti ad altezza media. Esso aiuta a diffondere un po’ calore e, a sua volta, contrasta gli altri toni del giallo e marrone chiaro che predominano in generale nell’ambiente.

 
  • Junquera de la Vega, Paulina; Ruiz Alcón, María Teresa: Guía ilustrada del Real Palacio de Aranjuez, Patrimonio Nacional, 1958.