L'eredità decorativa dei palazzi preferiti della regina Elisabetta II

La regina Elisabetta II è morta giovedì 8 settembre, ma la sua eredità decorativa vivrà nei suoi palazzi preferiti.
L'eredità decorativa dei palazzi preferiti della regina Elisabetta II

Ultimo aggiornamento: 11 settembre, 2022

I palazzi preferiti, e le residenze ufficiali, della regina Elisabetta II continueranno ad essere un’icona della classe, dello stile e dell’eleganza che ha contraddistinto la monarchia britannica. Per quanto riguarda la morte della regina d’Inghilterra, vogliamo raccontarvi un po’ di più lo stile decorativo dei luoghi in cui la longeva donna visse durante i suoi 96 anni.

Quali erano i palazzi preferiti della regina Elisabetta II?

All’età di 96 anni, la regina Elisabetta II si è spenta a Balmoral Palace, circondata dai suoi quattro figli e da suo nipote, il principe William d’Inghilterra.

La monarca più longeva nella storia del mondo è rimasta al trono per 70 anni, durante i quali il suo stile è diventato un vero punto di riferimento. Conservando la tradizione della corona, i palazzi possono essere dotati di un museo, ricco di cimeli e oggetti di alto valore che sono diventati una corrente decorativa unica.

Successivamente, andremo a descrivere uno per uno quegli aspetti decorativi che hanno reso i castelli i preferiti di Lilibeth. Ora, in caso di dubbio, continueranno a fare riferimento al comando e all’uso del re Carlo III e del resto della famiglia reale.

1. Buckingham Palace

Buckingham Palace era la residenza ufficiale della regina Elisabetta II.
Buckingham Palace era la residenza ufficiale della regina Elisabetta II.

Buckingham Palace era la residenza ufficiale della regina Elisabetta II. Situato a Londra, è stato lì che ha assistito le figure più famose del mondo in tutti i campi, in particolare la politica. È stato in questo iconico castello che si sono svolti migliaia di galà e ricevimenti ufficiali, il balcone è stato il punto più speciale, perché da lì la famiglia reale ha accolto gli inglesi e i visitatori del paese.

Questo palazzo dispone di 775 stanze, 188 camere di servizio, 92 uffici, 78 bagni, 52 suite reali e 19 stanze dedicate agli affari di stato. Tra tutti questi spazi, la stanza preferita della regina è il 1844, dove ha ricevuto i suoi ospiti più speciali.

Ora una delle stanze più iconiche è la sala del trono a Buckingham Palace. Vestito di rosso, tradizionale tonalità di regalità, è rimasto nella memoria del mondo intero. Questo palazzo neoclassico è stato ridecorato nel XX secolo in stile belle époque caratterizzato da elementi dorati molto marcati con camini e caldi tappeti.

2. Palazzo di Windsor

Con i suoi 54.835 metri quadrati, il Castello di Windsor è il palazzo abitato più antico e più grande del mondo. La regina Elisabetta II trascorse lì la maggior parte dei suoi fine settimana e dei suoi mesi di vacanza, tenendo presente che era molto vicina a Londra, il che le permetteva di continuare a occuparsi dei suoi affari.

In questo incredibile palazzo ricevette anche visite ufficiali di alto livello. Ha stanze enormi con pareti bianche e finiture color senape, come le tende. Nella sala principale ci sono diverse fotografie e dipinti d’epoca, sullo sfondo spiccano un camino e uno specchio nel miglior stile vintage.

In un’altra delle stanze sono presenti ritratti di re e personaggi storici della Gran Bretagna in stile neoclassico. Naturalmente ci sono numerosi ritratti del sovrano incorniciati in cornici dorate. Le sue pareti e i suoi soffitti sono ricoperti dagli stemmi dei diversi stati della Gran Bretagna, inclusi i 14 stati indipendenti del Commonwealth delle Nazioni, tra gli altri.

3. Palazzo Balmoral, il posto del cuore della regina Elisabetta II

Lo stile decorativo del Palazzo Balmoral è famoso in tutto il mondo.
Lo stile decorativo del Palazzo Balmoral è famoso in tutto il mondo.

Ha circa 50.000 ettari ed era considerata la residenza estiva ufficiale della regina Elisabetta II e il suo ultimo luogo di riposo prima della sua morte. Questo era uno dei posti preferiti della monarca. Fu lì infatti che venne registrata la sua ultima immagine in vita, ricevendo il primo ministro britannico, Elizabeth Truss.

Il luogo dove la ricevette era il Salone Reale, che ha un imponente e bellissimo camino. Sopra è uno specchio che proietta la luce che entra attraverso una grande finestra con tende verdi. In questo luogo prevale lo stile neoclassico.

La residenza reale dispone di 7 camere da letto e un’ampia biblioteca con un divano con stampa britannica.

4. Sandringham House

I regali di Natale sono stati celebrati a Sandringham House.
I regali di Natale sono stati celebrati alla Sandringham House.

Sandringham House è l’ultimo dei palazzi preferiti della regina Elisabetta II ad essere descritto. Lì ha celebrato il Natale con la sua famiglia, a 160 chilometri da Londra.

Questa residenza si distingue per la sua vicinanza alla natura, circondata da alberi e giardini. Ha circa 10.000 ettari ed era molto importante per la regina e l’intera famiglia reale. Fu acquisita dal re Edoardo VII nel 1862 e rimase in eredità ai suoi successori.

Indubbiamente, la regina Elisabetta II e la sua eredità decorativa vivranno a lungo, poiché ha raggiunto tutte le parti del mondo.