Le case in stile cottage inglese: amore a prima vista

28 maggio, 2020
Gli elementi architettonici dello stile cottage inglese sono pensati in modo tale che ad un'occhiata esterna si possa intuire com'è strutturata la casa internamente. Le splendide facciate dei cottage inglesi ci invitano infatti ad entrare e godere di un ambiente caldo e accogliente.
 

L’origine delle splendide case in stile cottage inglese risale a moltissimo tempo fa, quando le comunità agricole popolarono la campagna inglese. Sono case che ricordano un passato agreste tipico di quelle zone, con uno stile architettonico caldo e affascinante. Un calore che il cemento e l’acciaio non riescono a riprodurre allo stesso modo.

La scelta dei materiali in legno e mattone naturale è uno dei motivi per cui appaiono visivamente molto accoglienti e ricche di tradizione. Gli elaborati tetti in tegole, i piccoli atri rustici frontali e le ampie finestre marchiano uno stile architettonico unico.

È stato verso la fine del diciannovesimo secolo, in piena epoca vittoriana, che gli architetti ripresero le basi delle antiche tradizioni dell’architettura. È così che tornò in voga uno stile ricco conosciuto come old English e che vede protagoniste le case in stile cottage inglese.

Il ritorno delle case in stile cottage inglese

Casa in stile cottage inglese

Furono gli architetti Richard Norman Shaw e George Devey a riprendere questo stile intorno al 1870, ispirandosi alle case degli agricoltori inglesi. Sfidarono in modo diretto lo stile architettonico di moda allora, un rinnovato stile Tudor che si rifaceva allo stile medievale inglese.

 

A confronto, i cottage inglesi sono più piccoli e accoglienti, pieni di elementi architettonici che permettono dall’esterno di intuire come si struttura la casa internamente. Le splendide facciate dei cottage diventano così un vero e proprio invito ad entrare in un ambiente caldo e accogliente.

Caratteristiche dello stile cottage inglese

Casetta inglese con cancello aperto

Sono varie le caratteristiche tipiche di questo stile, e unite contribuiscono a creare delle vere e proprie casette da cartolina. Sono case a due piani con i tetti spioventi, a falde e fortemente inclinati, con tegole frastagliate e di traverso.

Ogni tanto si vede un tetto di simil paglia, realizzato con una composizione che ricorda questo materiale. Il rivestimento originale era di stucco e tegole e lavorato tramite lappatura.

In epoca moderna, troviamo rivestimenti esterni di pietra o con strutture di travi in legno. I camini sono grandi, di pietra o mattoni decorativi, spesso posizionati nella parte anteriore della casa e comunemente abbelliti con portafiori. Le porte del cottage inglese sono ad arco o semicircolari e presentano guarnizioni metalliche incorporate.

 

Caratteristica è anche la struttura a baldacchino sull’entrata della casa e rivestita da tegole. Essa permette alla casa di acquisire maggior profondità senza crescere in altezza.

Le finestre dei cottage inglesi sono grandi, alte e di solito reclinabili. Sono case asimmetriche al cui interno troviamo stanze accoglienti e di forma irregolare.

Uno stile poetico

Casa in stile cottage inglese con prato verde

Nel 1928, il Builder’s Home Catalogue aggiunse la seguente descrizione riferendosi a questo stile:

“Gli edifici domestici sembrano avere poco a che fare con il ricordo ormai sfumato dell’architettura gotica. Oggigiorno è raro trovare caratteristiche stupefacenti come i tetti a volta, i delicati contrafforti e le grandi vetrate se non in un castello medioevale. Per apprezzarlo da un punto di vista più ampio basti ricordare il desiderio di libertà di fluttuare, l’amore è in fondo il nucleo dell’architettura gotica. Possiamo trovare delle espressioni domestiche romantiche in questo tipo di case”.

Piccoli scrigni del tesoro

Esempio di villetta in stile cottage inglese
 

La parte esterna delle case in stile cottage inglese diventa espressione della struttura interna. La prima cosa che si disegna è la pianta e, per quanto possa sembrare un compito difficile, l’esterno si progetta con l’intenzione di rivelare ciò che racchiude.

Si tratta forse dello stile più flessibile in assoluto, il quale sacrifica la simmetria ma mantiene l’equilibrio grazie ai suoi elementi architettonici.

Il risultato finale del cottage inglese è una bella composizione di forme ben proporzionate. Le pareti esterne sono diverse una dall’altra e sono piene di incredibili dettagli ornamentali. È lo stile perfetto per chi sente il desiderio di proiettare la sua personalità.

Il revival moderno di questo stile è diventato popolare negli Stati Uniti dal 1915 al 1940. Si tratta di uno stile architettonico capace di creare, partendo da una modesta casa spesso costituita da un’unica mansarda, una grande magione. Ad oggi è ancora estremamente popolare e contraddistingue l’architettura britannica e statunitense dei nostri giorni.

Imitando la vita di campagna

Esempio di cottage inglese che si riflette su specchio d'acqua

Come dice il detto, non c’è una seconda occasione per fare una buona prima impressione.  È proprio questa una delle premesse di questo stile architettonico, le cui facciate sono coperte da moltissimi elementi della natura. Dalle rose rampicanti ai glicini, queste case sono una vera fonte di ispirazione e mostrano come semplici tocchi di creatività possano segnare la differenza.