L'arredamento in stile Ottocento: a contatto con la storia

29 agosto, 2020
Se siete stanchi dei design moderni e contemporanei, l'arredamento in stile Ottocento è ciò che fa al caso vostro. Con uno sguardo rivolto al passato, la vostra casa apparirà suntuosa e originale.

L’applicazione di un concetto classico nella decorazione d’interni sta tornando di moda. Allora, perché non rispolverare l’arredamento in stile Ottocento? Con la sua visione storicista ricca di significato, renderà unico ogni elemento.

Stiamo parlando di un’epoca molto prospera per quanto riguarda l’interior design. Arazzi, tende, letti a baldacchino, colonne e caminetti sono solo alcune delle risorse decorative che caratterizzano questo stile così suntuoso che ci riporta indietro nel tempo.

Oggi si protende maggiormente verso una concezione più moderna e contemporanea e verso un’interpretazione in chiave new degli stili classici. Tuttavia, l’eredità estetica dello stile Ottocento ha lasciato un segno indelebile nel mondo della decorazione d’interni.

Società, case e arredamento tipici del XIX secolo

Decorazione art nouveau.

Durante l’Ottocento, le classi agiate non badavano a spese quando si trattava di decorazione d’interni. Il design seguiva le tendenze dell’Art Nouveau o Liberty, la corrente artistica dominante all’epoca.

È innegabile che sia stata la società borghese che viveva nei palazzi, nelle ville e nelle case unifamiliari a mostrare maggiore gusto per la decorazione. Ogni ambiente doveva mostrare lo sfarzo, la personalità e il carattere della famiglia.

Possiamo tratte ispirazione dalla prospettiva del periodo per arredare la nostra casa in stile Ottocento. Dato che sarebbe impossibile tornare al passato, lo scopo non è quello di renderla un ambiente idealizzato, bensì di trarre ispirazione e di scegliere dei mobili dal tocco vintage.

L’interior design guadagnò molto prestigio e popolarità durante il XIX secolo.

I mobili in stile Ottocento per il soggiorno

Caminetto in stile classico.

Ogni mobile deve essere un pezzo unico, eloquente ed espressivo, coerente con la composizione generale dello spazio e che si inquadra in un contesto di stile classico-moderno. Vediamo, quindi, 4 mobili rappresentativi di quest’epoca:

  • Nell’arredamento in stile Ottocento è abbastanza comune trovare il tavolo rotondo e le sedie per prendere il tè. Queste tendono ad avere lo schienale e le maniglie incurvate, sintomo di dinamicità ed eleganza. Inoltre, sono tappezzate con tessuti broccati che danno alla stanza un tocco di colore.
  • I divani non erano così comuni, ma le poltrone imbottite dai toni audaci erano al centro della scena. Singole o per 2 o 3 persone, devono essere comode e piene di stile.
  • Le credenze e il tavolo da pranzo devono trovarsi in sintonia con gli altri mobili. Infatti, sono la cornice perfetta per allestire la stanza. Per riprodurre lo stile Ottocento, è meglio sceglierli in legno o ferro battuto, con un design in stile modernista.
  • Il camino ha un indubbio valore decorativo ed ornamentale, soprattutto se lo scegliete con rilievi geometrici, figurativi o vegetali, in pietra, gesso o legno. Inoltre, assume sempre un ruolo centrale all’interno della stanza.

Lo stile Ottocento per la camera da letto

Letto a baldacchino.

Il letto in stile Ottocento, fulcro della camera da letto, è ricco di dettagli: la testiera con le curve e i lati concavi e convessi, intagliata con simboli e colori come il bianco e il granate; i piedi intarsiati; la biancheria broccata o in tinta unita.

I comodini e il comò seguiranno la stessa linea estetica. Tuttavia, ciò che farà risaltare maggiormente il vostro letto sarà il baldacchino, per uno stile vittoriano di prim’ordine.

Allo stesso tempo, vale la pena curare i dettagli attraverso l’aggiunta di altri elementi, come un grande tappeto e, se possibile, il pavimento in legno. In questo modo la stanza assumerà uno stile classico-contemporaneo davvero unico.

Altre risorse decorative

La particolarità e il fascino dello stile Ottocento sta nei dettagli. Per questo motivo, vale la pena aggiungere le ultime risorse decorative. Un caso esemplare è il minibar, con il carrello in metallo in color oro o argento.

Il comò è un altro complemento d’arredo fondamentale per dare una sensazione estetica agiata e lussuosa, ancora di più se usato per riporre soprammobili, gioielli o qualsiasi oggetto che possa dare un tocco personale alla decorazione della casa.

  • Mary Gilliatt (1987): El libro de la decoración, Madrid: Orbis.