La Pop Art negli arredi: tutto quello che dovete sapere

La Pop Art negli arredi è uno stile pieno di vitalità, colore e dinamismo, che evoca sempre la vita quotidiana delle persone e gli elementi che usiamo ogni giorno. 
La Pop Art negli arredi: tutto quello che dovete sapere

Ultimo aggiornamento: 14 ottobre, 2018

La Pop Art negli arredi non è solo uno stile, ma un riflesso di una corrente artistica.

Vedrete spesso elementi di questa corrente in case, uffici o negozi. E questo perché detto movimento artistico non solo ha trovato ripercussione nell’arte o nella pubblicità, ma anche nell’arredamento di interni.

In questo articolo, vi forniamo tutte i criteri della Pop Art negli arredi, perché possiate introdurre questo stile nella vostra casa.

Cos’è la Pop Art?

La Pop Art è una corrente artistica nata negli anni 60 negli Stati Uniti e in Inghilterra.

Si tratta di un movimento artistico ispirato alla pubblicità, i fumetti e gli oggetti e marche del momento utilizzati dalle masse.

Si caratterizza per essere stravagante e per l’uso di immagini della cultura popolare di quel periodo come fonte di ispirazione.

Molti esperti nella decorazione concordano sull’idea che la Pop Art è tutto il contrario del minimalismo

Nella Pop Art, precisamente, le norme e regole di stile non esistono. È questo il suo fascino. Nacque con l’idea di contrapporsi alle norme conservatrici della progettazione e dell’arredamento di interni. 

È uno stile che riempie qualsiasi stanza di luce e vivacità, grazie al suo eccesso di colore.

La Pop Art negli arredi: criteri

Il colore

Il colore nella Pop Art è fondamentale. Non si potrebbe comprendere questo stile senza l’uso di colori brillanti, sgargianti e vivaci.

Il contrasto di colori non è solo un’opzione, ma un vero e proprio obbligo in questo stile.

Certo, tanta combinazione di colori corre il rischio di venire male, per questo si propone di utilizzare un fondo di colore neutro, per dare poi il tocco di colore con gli elementi.

Ricordate che l’obiettivo non è di arrivare allo psichedelico, ma di creare combinazioni equilibrate.

I colori più utilizzati per la Pop Art negli arredi sono: rosso, lilla, giallo, verde, fucsia, arancione, rosa e bianco.

Questo stile di arredamento permette anche l’uso di forme geometriche sulla carta da parati, come, ad esempio, cerchi, raggi di colori, rombi, quadrati, ecc.

Il mobilio

I mobili della Pop Art sono molto appariscenti, per cui si raccomanda che siano in totale armonia con i colori delle pareti.

Per questo, la cosa migliore è che, se la parete sarà di un colore appariscente, i mobili dovranno essere neutri, e viceversa.

Un’altra cosa che risalta nei mobili di questo stile sono le loro forme. Non sono per niente convenzionali e non lasciano nessuno indifferente. Hanno forme tradizionali, ma anche eccentriche.

la Pop Art negli arredi

Ricordiamo che si tratta di un movimento artistico, quindi i mobili sono un riflesso della creatività dei disegnatori di quell’epoca.

Potete sempre procurarvi dei pezzi originali, tuttavia, potete anche ricorrere alle riproduzioni, che sono ormai più facili da reperire.

Alcuni disegnatori famosi dell’epoca Pop Art sono Eero Saarinen, Andy Warhol, Jeff Koons.

Materiali

Il materiale più usato per la Pop Art negli arredi è, senza alcun dubbio, la plastica.

Questo si deve al fatto che è un materiale solido, flessibile ed economico. È per questo che quasi tutte le sedie in questo stile sono fatte di plastica.

Un classico è la sedia Panton, che fu la prima sedia della storia ad essere fabbricata in un unico blocco.

pop art negli arredi

Elementi decorativi

La Pop Art negli arredi ha alla sua base l’uso del colore, come abbiamo menzionato prima, ma anche di immagini.

Tali immagini sono la rappresentazione della cultura popolare.

Per questo, è comune vedere immagini in diversi colori di stelle del cinema o della musica, o anche di marche famose (salsa di pomodoro Campbell, Coca Cola, ecc.), fumetti o annunci pubblicitari.

campbell's

Se vi piace questa stile di arredo, sulle vostre pareti non può mancare questo tipo di immagini.

I quadri di Andy Warhol sono il modello che potete seguire.

Raccomandazioni finali

È importante ricordare che, anche se si tratta di uno stile molto colorato, non dobbiamo caricare eccessivamente le stanze. Per questo, dovete avere un equilibrio e un contrasto nei colori.

D’altro canto, se volete introdurre questo stile in casa vostra, sarebbe bene farlo gradualmente. In questo modo, proverete se questo stile vi si adatta davvero oppure no.

Si tratta di uno stile divertente, per cui non vi angosciate e divertitevi arredando la vostra casa.

La Pop Art negli arredi permette di utilizzare tutta la nostra immaginazione e di creare composizioni uniche e personalizzate.

È uno stile che può abbinarsi perfettamente con altri, come, ad esempio, quello industriale.

Inoltre, realizzare la Pop Art in casa nostra non è affatto caro, a meno che non volete i pezzi originali.

Se non è questo il vostro caso, potete creare quadri voi stessi, dipingendo alcune immagini che imitino le opere di Andy Warhol, o qualche annuncio pubblicitario d’epoca, e appenderli sulla vostra parete.

È davvero facile introdurre la Pop Art negli arredi della vostra casa.

Potrebbe interessarti ...
Arredare la vostra sala in stile anni 50
Decor Tips
Leggi in Decor Tips
Arredare la vostra sala in stile anni 50

Se state pensando di rinnovare lo stile della vostra casa, una buona opzione può essere quella di arredare la vostra sala in stile anni 50. .