La bouganville, una pianta frondosa e colorata

Scoprite perché la bouganville è una pianta così desiderabile. I suoi colori vi incanteranno.
La bouganville, una pianta frondosa e colorata

Ultimo aggiornamento: 24 marzo, 2022

Oggi vi parleremo della bouganville, una pianta che potete avere nel vostro patio o giardino. Il fogliame e il colore la fanno risaltare nelle diverse stagioni dell’anno. I suoi fiori sono bianchi, rossi, gialli e rosa. È uno spettacolo vederla fiorire!

La bouganville cresce in climi caldi e secchi come in Brasile e in altri paesi con condizioni simili. Ha la versatilità per essere piantata in vaso, nei giardini e anche nelle aiuole. Il motivo è che potete modellare questa pianta in una certa forma, altezza o robustezza.

Potete persino sostenerla con corde o archi per darle forme più complesse. Tutto ciò, con la massima cura per non danneggiare i rami, che ne pregiudicherebbero la crescita e la fioritura. Volete saperne di più? Continuate a leggere!

Cos’è la bouganville?

Esistono più di 300 specie diverse di bouganville.
Esistono più di 300 specie diverse di bouganville.

Come abbiamo già detto, la bouganville è una bellissima pianta. Essendo di tipo rampicante, è ideale per rivestire facciate o decorare giardini. Raggiunge tra i tre e i quattro metri di altezza e otto di lunghezza. Appartiene alla famiglia delle nyctaginaceae ed è quella che più attira l’attenzione per la forma e il colore delle sue brattee.

Ma i più caratteristici di questa pianta sono i suoi fiori, perché pieni di colore, che variano tra il bianco, il rosso, il giallo e il rosa. Sebbene le sue cime siano piccole, sono abbondanti, e ciò conferisce un aspetto di abbondanza e delicatezza allo spazio in cui si decide di collocarla.

Sono state segnalate più di 300 specie completamente diverse di bouganville, che differiscono per colore. Tra le più note e più utilizzate nella decorazione vi sono la bouganville glabra o la bouganville di Santa Rita (bougainvillea spectabilis).

Come prendersi cura di una bouganville

Questa pianta tropicale è coltivata in diversi colori.
Questa pianta tropicale è coltivata in diversi colori.

Essendo originaria del Sud America, la bouganville è meglio conosciuta e coltivata nelle aree tropicali e subtropicali. È comune per le persone credere che questa pianta tolleri temperature elevate, sia alte che basse, ma questo non è del tutto corretto.

Questa bellezza naturale non tollera ambienti freddi inferiori ai cinque gradi centigradi, poiché perde il suo colore e i suoi fiori, morendo gradualmente. La stessa cosa accade in climi molto caldi dove è esposta alla luce solare diretta: le sue foglie e i suoi petali iniziano a bruciare, situazione che peggiora se non ci sono annaffiature costanti.

Pertanto, è nelle zone temperate dove questa pianta si sviluppa meglio. È un’ottima opzione per decorare interni ed esterni senza dover fornire ulteriori cure. L’unica cosa di cui avrete bisogno sarà la stessa di qualsiasi altra specie di flora, un po’ di sole e acqua almeno due volte a settimana.

Cure speciali

Con la bouganville non dovete preoccuparvi di acquistare substrati e fertilizzanti. Questo non significa che non ne ha bisogno, ma che non sono essenziali. Chiaramente dovete offrirle un substrato che abbia i giusti nutrienti per garantirne la crescita, quindi sarà l’ideale acquistare terriccio in un vivaio o in un negozio specializzato.

Se avete comprato la vostra pianta in questi luoghi, scavate una buca e piantatela con il terreno che avete già. Dovete solo rimuovere la plastica in cui è contenuta. Questo vi garantirà di non dover posizionare su di essa più elementi di quelli realmente necessari per il suo benessere.

Parassiti della bouganville

Il più comune è viola o viola.
Il più comune è viola o viola.

La gestione dei parassiti è qualcosa di cui preoccuparsi, ma può essere risolta come nella maggior parte dei casi. C’è però da dire che gli organismi che più la colpiscono sono le cocciniglie, quindi bisogna stare molto attenti a non bagnare i fiori durante l’annaffiatura. Assicuratevi che il liquido sia sempre concentrato sui rami.

Ora, se è già troppo tardi e la vostra bouganville ha le cocciniglie, quello che dovreste fare è usare un rimedio casalingo: mescolate due tazze di olio vegetale con mezza tazza di sapone liquido puro. Agitate molto bene, diluite con poca acqua e applicate a nebulizzatore. Se il caso è estremo, provare con un insetticida apposito.

Potatura

Terminiamo questo articolo con la potatura della bouganville. Questa dovrebbe essere fatta in base all’obiettivo che volete raggiungere con la vostra pianta. Tuttavia, la manutenzione può essere fatta tra gennaio e febbraio; in quei mesi il clima favorisce il rinnovamento della pianta. A quel punto, assicuratevi di rimuovere le foglie secche o danneggiate.

Vi è venuta voglia di avere una bouganville a casa?

La bouganville è una bella pianta. Non esitate a prenderne una e sfoggiarla a casa vostra; avrete la certezza di tanti fiori e un focus di colore che animerà i vostri spazi in modo splendido.