Il tuo designer d'interni è un truffatore?

25 ottobre, 2020
Prima di assoldare un designer d'interni professionista, è sempre una buona idea accertarsi che sia bravo e qualificato, dando un'occhiata ai progetti a cui ha lavorato e agli standard di qualità che offre.

L’interior design è un’arte complessa. Se non ve la sentite di cimentarvi da soli, è sempre meglio rivolgersi a un designer d’interni professionista, per essere certi di ottenere il risultato desiderato.

Tuttavia, non tutti i professionisti dell’arredamento sono tanto esperti quanto vorrebbero far credere sulla carta. È fondamentale quindi saper riconoscere i segnali che possono dirci se il nostro designer d’interni è un truffatore.

Non c’è bisogno che vi diciamo che essere laureati in una materia non significa padroneggiarla. Per fregiarsi del titolo bisogna ottenere una certificazione ufficiale e avere tanta esperienza alle spalle. Soprattutto, è fondamentale garantire risultati di qualità eccellente ad ogni cliente.

Anche se spesso siamo tentati dall’opzione più conveniente, è una decisione che può costarci cara nel lungo periodo. Tenete sempre a mente che, nel mondo del design d’interni, molti fantomatici “professionisti” non possiedono in realtà le necessarie qualifiche. E il loro lavoro lascia spesso a desiderare.

Trovare il designer d’interni giusto

Un designer d'interni lavora a un progetto con delle palette di colori.

Un designer d’interni che si rispetti deve essere in grado di dimostrare le proprie competenze professionali e la propria esperienza. Evitate i designer che copiano formule viste altrove o che si affidano soltanto al proprio istinto. Alla fine i conti tornano sempre, e i loro progetti non funzionano mai.

Se avete intenzione di rivolgervi a un professionista, è essenziale informarsi sull’azienda per cui lavora. Vi interessa anche sapere se hanno lanciato un proprio brand e se sono architetti con licenza o designer d’interni puri.

Per scoprire di più sul loro stile e sulla loro esperienza professionale, chiedete loro di parlarvi dei progetti a cui hanno lavorato in passato. Farvi mostrare delle foto è un ottimo modo per vedere cosa sanno fare. Potete anche cercare il loro nome su Internet. Una volta fatto questo, sarete già un passo avanti nella ricerca del designer perfetto.

Prima di assumere, chiedete, valutate, e decidete.

Come smascherare i designer d’interni truffatori

Per scoprire se il vostro designer d’interni vi sta truffando o se non è stato completamente onesto sulle proprie qualifiche, osservate attentamente il modo in cui lavora. Per farlo, vi consigliamo di fare un po’ di ricerche sul mondo dell’arredamento d’interni. Familiarizzate con gli stili in voga al momento, e imparate ad abbinare i colori.

  1. Ogni professionista saprà sempre quali zone della vostra casa hanno bisogno di particolare attenzione. Saprà anche di quali attrezzi e materiali ha bisogno e come progettare spazi unici e originali, tirando fuori il meglio da ciò che ha a disposizione. Il suo obiettivo è dar vita al look perfetto per voi, evitando al contempo qualsiasi disarmonia estetica.
  2. L’arredamento da lui ideato dovrà infondere un senso di armonia alla vostra casa. Non devono esserci dissonanze, disequilibri o elementi che cozzano fra loro, disturbando lo sguardo. Noterete subito se ci sono elementi male assortiti.
  3. Le forme e gli stili non devono essere buttati a casaccio. Per esempio, se nella vostra casa sono già presenti forme rettilinee e uno stile formale, il progetto non dovrebbe includere mobili barocchi o del Novecento.
  4. Un’occhiata veloce al progetto dovrebbe già dirvi se il vostro designer d’interni si sta facendo guidare puramente dall’istinto o da una solida base di competenza ed esperienza. Proporzioni errate, elementi decorativi sbilanciati fra loro e mobili disposti in modo sgraziato possono rovinare il look della vostra casa in un batter d’occhio.

Accozzaglie di colori

Un designer d'interni lavora con le palette di colori.

Il modo in cui un designer usa i colori dice molto sul suo grado di abilità ed esperienza, e spesso può rivelarci se sta cercando di truffarci o meno. I colori non devono mai cozzare fra loro, ma essere in perfetta armonia l’uno con l’altro.

Se chiedete al designer di realizzare un ambiente caldo ed invitante, non dovrebbe adoperare colori freddi. Allo stesso modo, se il vostro obiettivo è illuminare la casa, il designer non dovrebbe utilizzare colori scuri.

Questi infonderebbero soltanto un senso di inquietudine e malessere, creandovi ansie e stress inutili. Le discromie sono un chiaro indizio del fatto che il vostro designer d’interni non ha fatto un buon lavoro.

Se un designer non si sa cosa si sta facendo, è molto facile che sbagli e scelga colori che non stanno bene insieme. È essenziale assicurarsi che dietro ogni decisione stilistica ci siano un metodo e un’idea precisa.

Per una casa accogliente, i colori devono essere in perfetta armonia.

Dev’essere un esperto di stile

Se avete richiesto uno stile in particolare, il vostro designer d’interni dovrebbe conoscerne a fondo tutte le qualità e caratteristiche. Se avete dubbi su ciò che può funzionare per la vostra casa, vi consigliamo di fare quante più domande potete per avere un parere esperto.

Insomma, se volete scoprire se il vostro designer d’interni vi sta truffando, l’importante è ricordare cosa dovrebbe conoscere alla perfezione: i materiali che servono per realizzare ogni specifico design, come utilizzare i colori, e come organizzare e decorare al meglio ogni stanza della casa. In breve, la loro abilità e professionalità devono risaltare in ogni aspetto del progetto.

  • Lava, R.: Interiorismo, Madrid, Publicaciones Vértice, 2008.