Il design delle palestre bioclimatiche: innovazione eco

29 gennaio, 2020
Sapete cosa sono le palestre bioclimatiche? Rispettano l'ambiente, sono eco sostenibili e sfruttano al massimo le risorse. Se volete saperne di più, leggete questo articolo.
 

Da diversi anni ormai, nelle grandi città l’architettura bioclimatica fa la differenza in campo edilizio. Tanto da dar vita persino alle palestre bioclimatiche, una nuova tendenza di cui parleremo in questo articolo.

Cos’è l’architettura bioclimatica?

Architettura bioclimatica

L’architettura bioclimatica consiste nella progettazione di edifici tenendo conto delle condizioni climatiche, sfruttando le risorse disponibili (sole, vegetazione, pioggia, vento) per ridurre l’impatto ambientale e cercando di limitare il consumo di energia.

Questo tipo di architettura utilizza a delle speciali procedure ecologiche e di bio edilizia, sia in termini di materiali utilizzati, sia di processi di costruzione. È quindi essenziale l’uso di materiali atossici, che viene promosso dalle agenzie corrispondenti.

Il risultato deve essere una struttura eco sostenibile che garantisca il comfort per i suoi ospiti, impegnandosi nel contempo a una bassa emissione di agenti inquinanti.

Gli edifici bioclimatici vengono realizzati secondo un principio regolato dal risparmio nel consumo delle risorse naturali e, quindi, anche dell’economia.

Le principali caratteristiche delle palestre bioclimatiche

Palestre bioclimatiche sulla spiaggia
 

  • L’orientamento deve essere in base alla posizione del sole. Questo tipo di principio consente di sfruttare al massimo la luce naturale. A seconda della regione in cui si trova l’edificio, potrebbero essere necessari cristalli che proteggono dai raggi ultravioletti.
  • Deve possedere un sistema ad isolamento termico. Le pareti spesse o i sotterranei sono alcune delle tecniche utilizzate per raggiungere questo scopo. In questo modo, il calore viene trattenuto in inverno ed isolato in estate. Ciò si traduce in un minor utilizzo dei sistemi di riscaldamento o di condizionamento dell’aria.
  • Per mantenere spazi ventilati e sani, viene utilizzata la ventilazione incrociata.
  • I materiali di costruzione dovrebbero essere sempre naturali, rinnovabili e il più vicino possibile all’area in cui la struttura è costruita. In questo modo, l’inquinamento ambientale è ridotto al minimo. Il legno e la pietra sono indispensabili e si adatteranno alle esigenze di costruzione.
  • Bisogna riciclare i rifiuti il ​​più possibile. L’immondizia può diventare materiale organico per i giardini, l’acqua della doccia può essere utilizzata come irrigazione, ecc.
  • Scegliere i colori chiari che riflettono la luce e quindi evitare un consumo eccessivo di energia.

Alcuni esempi di palestre bioclimatiche

Le palestre sono certamente spazi che hanno bisogno di molta energia, per cui non sorprende che quelle bioclimatiche siano un’opzione di grande successo oggi.

Mentre è vero che all’inizio possono essere più costose ed hanno quindi bisogno di un investimento maggiore, il recupero è più rapido e i profitti sono più alti, poiché le spese vengono significativamente ridotte.

 

Per la costruzione di una palestra bioclimatica, è necessario tenere conto dei principi di base di questo tipo di architettura. Esistono diverse palestre bioclimatiche nel mondo, vediamone insieme alcune.

In Australia

Palestra bioclimatica in Australia

La palestra di Milson Island si trova nello stato australiano del New South Wales. Quest’isola in passato è stata utilizzata come ospedale e come prigione. Ora è un centro ricreativo per i giovani che cerca di promuovere la salute a tutti i livelli.

La sua struttura in acciaio si adatta all’ambiente naturale grazie ai telai in legno e ai vetri che si stendono dal pavimento per 1,2 metri di altezza. Ciò consente di contemplare il paesaggio esterno.

La sua forma curva ha a che fare con il principio della ventilazione naturale. La luce entra dalle finestre sul tetto e dai vetri.

In Messico

Palestra bioclimatica in Messico

Una delle poche palestre bioclimatiche del Messico si trova nella regione di Chiapas. Il design di questa palestra si ispira al DNA umano.

L’edificio è diviso in tre livelli, che sono gli stessi che aiutano a mantenere un DNA sano. Al piano terra si trova la zona dedicata alla persona con lezioni di yoga, pilates e un centro benessere per favorire il relax.

 

Al secondo piano la zona dedicata alla forza, in cui si trovano i macchinari per esercitare i muscoli, il sistema cardiovascolare, i pesi, ecc. Infine, il terzo piano promuove una vita sana con una sezione dedicata ai succhi naturali e biologici. Sono disponibili anche varie opzioni di cibo sano coltivate a km 0.

Come potete vedere, l’edilizia sostenibile fa parte della nostra realtà, per cui le palestre bioclimatiche possono dare vita a concetti nuovi e rispettosi dell’ambiente.