I classici del design: la sedia Swan

29 agosto, 2019
Il dinamismo e la sinuosità possono riflettersi attraverso i classici del design come la sedia Swan, un elemento decorativo elegante ed originale.
 

Negli uffici, nelle sale conferenze o semplicemente in casa, i classici del design sono irresistibili: attirano gli sguardi e sono un componente molto originale. In questo articolo parleremo di uno dei classici del design: la sedia Swan.

I mobili sono in grado di trasformare totalmente il design per interni. Naturalmente, anche il colore e la linea dei mobili svolgono un ruolo molto importante, ma tutto deve essere integrato con il resto della decorazione.

Ogni risorsa di interior design può essere considerata un’opera d’arte, poiché svolge una funzione estetica. Tra i classici del design, la sedia Swan è un elemento che, nel corso della storia, ha assunto ruolo fondamentale.

Storia della sedia Swan

La sedia Swan è nata nel 1958, per mano dell’architetto e designer danese Arne Jacobsen. Due anni prima di questa data, gli viene commissionato il design delle suite del SAS Royal Hotel di Copenaghen (Danimarca). Ecco come nasce la sedia Swan.

Sedia Swan rossa

Qualche anno prima era stato realizzato il progetto di un’altra sedia. Tuttavia, la sedia Swan infranse tutti gli standard di allora, aprendo nuove strade decorative e generando nuovi campi estetici.

Arne Jacobsen trascorse molto tempo lavorando nel suo garage per realizzare una sedia originale e moderna. Nel frattempo, riceve diversi tipi di ispirazione, soprattutto da parte di architetti e scultori.

 

– La sedia Swan: un nuovo concetto estetico con nuove linee di design.-

Design e caratteristiche della sedia Swan

Il design della sedia Swan non è segnato dagli stereotipi stabiliti dalla tradizione e dalla concezione di quella che viene considerata una comune sedia. Ecco le principali caratteristiche della sedia Swan:

  • Sinuosità nella linea: viene ricercato il movimento, il dinamismo della forma. Non esiste una struttura stabile, ma la curva può essere riflessa come mezzo di supporto. La sedia Swan, come dice il nome, riflette la possibile forma di un cigno.
  • Minimalismo: ovviamente questa sedia si adatterebbe alla corrente minimalista. La semplicità, la finezza e la riduzione di base delle forme ne fanno un elemento che si adatta perfettamente a questa corrente.
  • Senso organico: questa sedia verrebbe inquadrata nel movimento organico dell’arte. Il carattere malleabile e il suo aspetto sinuoso lo fanno sembrare una componente organica, come se avesse vita.
  • Eleganza: l’eleganza della sedia Swan è innegabile. Si tratta un design che non genera polemiche ed invita a sedersi. Il suo scopo è purificare le forme, rompere con gli schemi classici e mostrare un aspetto sottile.

– La sedia Swan è sinonimo di sottigliezza, dinamismo ed eleganza.

Classici del design sedia Swan
 


Quali sono i materiali?

Inizialmente è progettata con un telaio in legno che consente un buon supporto, in modo che possa sostenere diversi tipi di peso e rendere la sua struttura un sistema resistente.

All’esterno è composta da un rivestimento che contiene molle, mentre all’interno è fatta di fibre naturali. Qual è lo scopo di questi materiali? Generare quel comfort che non ha una sedia semplice.

Ovviamente, con il passare del tempo e la diffusione di questi mobili sul mercato, il materiale è stato cambiato ed oggi viene utilizzata la schiuma modellata.

– Comfort e resistenza combinati con un aspetto estetico interessante.

I classici del design: la sedia Swan

Il valore estetico notevole di questa sedia potrebbe generare confusione. Anche se all’inizio venne accolta con incertezza, dopo la sua creazione si diffuse rapidamente nelle case. In seguito la società ha saputo assimilare bene il suo formato.

Adesso cerchiamo di rispondere ad alcune domande: in quali spazi si adatta meglio questa sedia? Con quali stili può essere abbinata? Potrebbe stare bene in casa vostra? Tutto dipenderà dallo stile decorativo che avete scelto e dall’obiettivo che volete raggiungere.

Sedie Swan
 

  • In ufficio: senza dubbio, la sedia Swan si adatta bene all’interno di questo tipo di ambiente, soprattutto per l’eleganza “informale” che riflette la sua forma. La sedia Swan in ufficio genera un sentimento dinamico ma anche funzionale.
  • Negli hotel: l’hotel è un luogo dove ogni giorno entrano nuove persone. Per questo motivo, è importante mostrare un aspetto rispettabile, rilassato, elegante e – perché no – sofisticato. Pertanto, la sedia Swan è particolarmente adatta per le camere d’albergo.
  • A casa: la sedia Swan è molto bella anche a casa. Tuttavia, se la scegliete, dovrete abbinarla allo stile adeguato, in modo che la sedia possa amalgamarsi con l’ambiente. Gli stili consigliati sono: minimalismo, organico, moderno, ecc.

La sedia Swan è certamente un complemento d’arredo diverso dalla norma. Se amate il cambiamento e volete rendere originali i vostri spazi, questo mobile fa al caso vostro.