Glicine, una bellissima pianta rampicante

Il glicine è una grande pianta che può vivere per più di 100 anni. È ideale per giardini di grandi dimensioni, poiché fornisce ombra e un profumo delizioso.
Glicine, una bellissima pianta rampicante

Ultimo aggiornamento: 08 settembre, 2021

Il glicine è una pianta rampicante che attira l’attenzione per il suo colore e splendore, e può raggiungere i 20 metri di altezza, motivo per cui viene spesso utilizzato per adornare ampi giardini all’aperto.

Viene infatti utilizzato per rivestire muri e pergolati. In questo articolo vi diremo di più sulle sue caratteristiche, cure e rischi contro parassiti e malattie.

Caratteristiche del glicine

Conoscere le caratteristiche del Glicine.

Il nome scientifico del glicine è isteria W ed è anche conosciuto come il fiore di piuma. Questa bellissima pianta rampicante ha due caratteristiche speciali che incantano a occhio nudo: il profumo e il colore. Inoltre è una pianta frondosa, cresce maggiormente verso i lati e questo la rende la perfetta alleata dell’ombra.

Tra i tipi di glicine più diffusi c’è il glicine cinese, molto resistente e con foglie piccole e ovali. Questo ha una particolarità: per le sue dimensioni cresce molto velocemente, soprattutto dopo il secondo anno dalla sua piantagione.

I fiori di questa pianta sono di colore malva o viola e attirano l’attenzione perché crescono a grappoli, quindi sono vistosi da lontano. Il glicine fiorisce in tarda primavera e i suoi fiori durano fino a un mese.

Secondo le pubblicazioni, il glicine produce un frutto sotto forma di legume piatto. che ha al suo interno diversi semi, non adatto al consumo da parte di persone e animali. Questo perché è stato accertato che sono tossici, generano disturbi gastrointestinali.

Tipi di glicine

Il glicine può vivere per più di 100 anni e ne esistono diverse specie, anche se molto simili tra loro. Questi sono i più noti:

  • Glicine del Giappone o Wisteria floribunda: si distingue per la fioritura di colori come il blu, rosa e bianco.
  • Glicine comune o Wisteria Sinensis: ha fiori di colore simile a quello giapponese, ma si distinguono perché hanno una dimensione più piccola.
  • Specie nordamericana: Wisteria venustas, Wisteria Kentacky, e Wisteria Frutencens.

Cura del glicine

Glicine giapponese.

Per le sue dimensioni e per la quantità di fiori, il glicine è una pianta molto facile da coltivare. Anche se può essere coltivata dal seme, è meglio piantare l’albero già in fiore e apprezzare la fioritura ogni primavera. Il motivo è che questa pianta può impiegare fino a 10 anni per fiorire per la prima volta.

La pianta richiederà un angolo del giardino per svilupparsi in cui può ottenere almeno 4 ore di sole al giorno. Il resto del tempo deve stare all’ombra. In questo modo imparerà a vivere in condizioni ottimali in situazioni semiombreggiate.

Le annaffiature devono essere regolari, soprattutto quando la pianta è giovane e in stagioni come l’estate. Questo non significa che non si debba curare l’irrigazione, la pianta ha bisogno di acqua, ma vanno evitati gli eccessi, in quanto possono danneggiare gravemente la radice.

Potatura

La potatura è molto importante per il glicine. Va svolta una volta passate le gelate invernali e ogni 15-20 giorni durante l’estate. In questo modo otterrete una pianta rigogliosa e forte.

Il giorno in cui effettuate la potatura fiorita durante l’inverno dovreste anche fare una pulizia eliminando i rami secchi e incrociati.

Malattie più comuni

afidi

Sebbene il glicine sia una pianta molto forte, paradossalmente è molto sensibile a malattie e parassiti come l’oidio, che è prodotto dall’eccesso di umidità. Se il vostro glicine sviluppa questa malattia, è meglio ridurre i rischi e applicare un trattamento per debellarlo il prima possibile.

Un altro dei problemi che più lo affliggono sono le macchie sulle foglie, caso in cui le foglie colpite devono essere rimosse. Ciò impedirà alla malattia di diffondersi alle foglie sane. Per tutto il resto sono comuni afidi e cocciniglie.

Prendetevi cura del vostro glicine e godetevelo per anni

Affinché la vostra pianta duri più di 100 anni, è necessario concimarla e prendersene cura. Di volta in volta è necessario concimare con nutrienti e fertilizzanti contenenti azoto, fosforo e potassio. Il momento in cui il compost ha bisogno di essere rafforzato di più è durante la fioritura, quindi avrete un glicine così bello che sembrerà uscito da un quadro.

Se volete riprodurlo, potete farlo in autunno attraverso il metodo della stratificazione, del taglio o dei semi. Ricordate che quest’ultimo è il metodo più lungo, ma soddisfacente, potrete vedere come cresce e si sviluppa la vostra pianta nel corso degli anni.

Potrebbe interessarti ...
Le più belle piante rampicanti fiorite per il giardino
Decor TipsLeggi in Decor Tips
Le più belle piante rampicanti fiorite per il giardino

Le piante rampicanti fiorite sono un'ottima idea per decorare il giardino, le pareti esterne o il pergolato. Scoprite la tipologia più adatta a voi...



  • Díez, B., Asensi, R. Plantas tóxicas en la flora ornamental de Málaga. Boletín de la Academia Malagueña de Ciencias. ISSN 1885-1495, Nº. 13, 2011, págs. 59-73.