5 idee per decorare con i macramè da pareti

Questi arazzi, elaborati intrecciando merletti a nodi, sono ideali per decorare la vostra casa. Scoprite come usare i macramè da pareti in questo articolo.
5 idee per decorare con i macramè da pareti

Ultimo aggiornamento: 16 febbraio, 2019

State cercando nuove formule per decorare la vostra casa? Oggi vi mostreremo 5 idee per abbellire gli ambienti del vostro appartamento usando i macramè da pareti.

macramè da pareti sono degli arazzi in stile orientale, realizzati a partire da merletti a nodi. Si tratta di una risorsa di interior design molto originale e, come vedrete, diventerà un elemento decorativo fondamentale per la vostra casa.

Al momento di combinare il macramè con altri oggetti già presenti, dovrete tenere conto di diversi aspetti, in modo da evitare spiacevoli contrasti visivi e arricchire gli ambienti mantenendo lo stile iniziale, con equilibrio e armonia.

Come scegliere i macramè da pareti

Il primo elemento da considerare è relativo, ovviamente, alle dimensioni del macramè da pareti che sceglierete per decorare le pareti di casa vostra. Ovviamente, troverete sul mercato diversi modelli di questi arazzi orientali. Ad ogni modo, vi consigliamo di acquistarne uno che rispetti la dimensione classica: è certamente l’opzione migliore per qualsiasi appartamento.

Di solito, i macramè da pareti hanno le seguenti dimensioni:

  • Larghezza: 70 cm circa.
  • Altezza: 100 – 120 cm circa.
Un macramè da pareti su muro grigio

L’obiettivo non è quello di ricoprire interamente un muro dall’alto in basso, poiché sarebbe un’esagerazione e rischiereste di appesantire eccessivamente l’ambiente. Al contrario, dovrete ragionare sulla posizione del vostro macramè da pareti, in modo che vada a coprire una zona della parete che permetta di creare una proporzione interessante con il resto di mobili ed elementi decorativi. Dovete considerarlo come il tocco finale del vostro arredamento: pertanto la sua posizione è di cruciale importanza.

I migliori arazzi in macramè

La qualità del materiale è uno degli aspetti che dovrete tenere a mente, quando vi trovate a scegliere e comprare un nuovo macramè da pareti. In linea di massima, vi raccomandiamo di privilegiare i macramè realizzati a partire da fili di iuta o fibre naturali per gli esterni, essendo materiali spessi e resistenti, mentre quelli per interni saranno fatti di cotone.

Il cotone è perfetto per la casa perché è leggero, può essere pulito facilmente e può essere lavorato con più colori e fantasie. Ciò si deve al fatto che è più facile da lavorare quando si intreccia il macramè.

Non dimenticate che questi arazzi sono autentiche opere d’artigianato, originali e creative. Pertanto, dovrete prestare attenzione alla qualità del materiale e al tipo di ambiente che vorrete decorare, in modo che questo elemento possa funzionare bene e mantenersi in buone condizioni per lungo tempo.

Come appendere i macramè

Quando si appende un arazzo di macramè, è necessario considerare se viene con un supporto incluso, oppure no. Nella maggior parte dei casi, presentano una sorta di asta che consente di appenderli facilmente alla parete, aiuta la tela a mantenersi bella stessa e allungata.

I prodotti di maggior qualità, di solito, hanno questa struttura in legno o canna di bambù. Potrete sfruttare questa caratteristica se possedete dei mobili degli stessi materiali.

Tuttavia, non tutti gli arazzi sono dotati di supporto. Nel caso in cui ne siano sprovvisti, puoi ricorrere a diverse tecniche. Una di queste è collocare il macramè all’interno di un quadro. Oltre a poter essere appeso senza problemi, durerà certamente più a lungo.

Stili decorativi legati ai tappeti

  • Boho-chic: i macramè da pareti offrono un tocco informale e anche di misticismo o fantasia, per questo motivo si sposo perfettamente con questo stile.
  • Rustico: dato che lo stile rustico offre una reinterpretazione dell’artigianato e spesso presenta mobili in legno, un arazzo in macramè con supporto in legno è un’ottima idea decorativa.
  • Minimalista: in questo caso vi consigliamo di scegliere un macramè monocromatico, dato che garantirà un aspetto fine apportando, allo stesso tempo, colore.
  • Alternativo: gli arazzi in macramè sono utili anche per creare degli spazi alternativi, ancor più se possedete diversi oggetti orientali o esotici.
Un macramè da pareti sulla testata di un letto

In che zona della casa usare i macramè da pareti?

Gli arazzi macramè sono un elemento che indubbiamente rappresenta una grande attrazione visiva per il design che hanno. Ma qual’è la migliore posizione per appenderli in casa? Vediamo qualche esempio:

  • Soggiorno: qui potrete appendere il macramè da pareti rendendolo il protagonista assoluto sulla parete principale. Oppure può diventare un ottimo complemento in un punto specifico di questo importante ambiente.
  • Corridoio: nel corridoio fungeranno da accessorio per vestire lo spazio con stile e senza appesantirlo.
  • Camera da letto: nella vostra stanza, il macramè da pareti offrirà un effetto molto sorprendente, soprattutto se è posizionato sulla testata del letto (come nell’immagine in alto).

A seconda del luogo in cui verranno collocati e di altri aspetti come colore, dimensione, qualità del materiale, ecc, i macramè da pareti vi aiuteranno a rendere la casa più bella e accogliente in modo semplice. Ricordate: il segreto è favorire sempre una combinazione decorativa sia armoniosa che creativa.

Potrebbe interessarti ...
I tappeti kilim: tra lusso e decorazione
Decor Tips
Leggi in Decor Tips
I tappeti kilim: tra lusso e decorazione

I tappeti Kilim sono una nuova tendenza per gli interni, caratterizzata da forme geometriche speciali. Scoprite perché leggendo questo articolo.