Come dipingere una parete già colorata

Scoprite come dipingere una parete già tinteggiata, secondo i due tipi di pittura più comuni.
Come dipingere una parete già colorata

Ultimo aggiornamento: 21 giugno, 2022

Per sapere come dipingere una parete già colorata, dovete sapere che tipo di vernice ha già. Così potete farlo in modo rapido, semplice ed efficiente. Anche se avete le conoscenze e un po’ di pratica, potreste anche fare questo lavoro da soli.

Dopo aver saputo con quale materiale avete a che fare, è il momento di preparare la vostra parete. Parleremo di tutto questo in questo articolo, quindi continuate a leggere.

Dipingere una parete già colorata è molto semplice

Dipingere una parete già colorata può essere un grattacapo per molte persone. Tuttavia, non deve essere così. Qui vi diciamo come farlo a seconda del tipo di vernice che avete già.

dipingere una parete già colorata

Preparazione della parete

Prima di entrare nei metodi per dipingere le pareti che sono già dipinte in base al tipo di vernice che già hanno, parliamo un po’ di come preparare la parete. La prima cosa che dovete fare è identificare le irregolarità sulle superfici. Se ci sono delle lacune, è meglio sigillare e rattoppare.

Ora, quando c’è umidità, si parla di qualcosa di serio. Questo perché dovete identificare la sua fonte per evitare che ritorni. In questo caso sarà necessario rivolgersi a un esperto per correggere la causa di questo danno. D’altra parte, dovete riparare le crepe e limare i rilievi che ha il vostro muro. Dovrebbe essere liscio e uniforme.

Tra gli strumenti di cui avrete bisogno ci sono carta vetrata grossolana, un po’ di intonaco per riparare, una spatola per riempire e togliere i rilievi, una maschera per non risentire respirando la polvere, e guanti. Se ritenete di non poter svolgere questo compito, contattate un servizio specializzato.

Parete già dipinta con vernice plastica

Se la vostra parete è già verniciata con vernice plastica, è necessario carteggiare l’intera superficie, solo allora tutto il materiale potrà fuoriuscire. È un lavoro che può essere fatto a mano, ma è molto faticoso e richiede molto tempo.

Potete anche fare questo lavoro con l’aiuto di una levigatrice elettrica o lucidatrice. Tuttavia, se non sapete come utilizzare questo strumento, è meglio chiamare un professionista perché il muro può risentirne.

Dopo questo lavoro, se ci sono lacune e crepe, sigillateli e lasciate asciugare. Pulite molto bene la superficie e dipingetela secondo i vostri gusti.

Come dipingere con vernice plastica?

dipingere su vernice plastica

Per dipingere con vernice plastica dovete fare più passate, solo in questo modo eviterete di lasciare spazi più scuri di altri o che venga visualizzato il colore sottostante. Da tre a quattro mani saranno sufficienti per raggiungere questo obiettivo.

Questo tipo di vernice offre un vantaggio in quanto non è necessario applicare un tono bianco per coprire il colore che è già presente, se il nuovo tono è più scuro del precedente. Se invece avete intenzione di dipingere con colori chiari, sarà necessario applicare un buon strato di bianco o grigio chiaro.

Come dipingere una parete già colorata a tempera?

La tempera è una delle vernici più comuni, economiche e facili da usare. Ha un grande vantaggio, cioè quello di permettere alle pareti di respirare e potete dipingere su uno strato e un altro senza troppi problemi.

Esatto, per dipingere sopra la tempera, dovete solo assicurarvi che la superficie sia pulita e non danneggiata. Quindi, preparate la vernice, assicuratevi che non ci siano grumi e mettetevi al lavoro. La sua applicazione è semplice e veloce.

Dalla tempera alla pittura plastica

Se siete stanchi della pittura a tempera e volete optare per qualcosa di più resistente, riparate il muro. Sì, dovete lasciare la superficie molto liscia e dipingere con la plastica.

Come sapere se la parete è colorata con tempera o con vernice plastica?

dipingere una parete già colorata

Identificare con quale materiale è dipinto il muro che volete dipingere è una questione semplice. Dovete solo passare il palmo della mano sulla superficie e identificare se su di essa sono rimaste tracce di vernice. Si deduce che è temperato se rimane come polvere, se non senti niente sarà di plastica.

Va ricordato che la tempera ha una tessitura sabbiosa, alquanto granulosa e quindi macchiata, come se fosse gesso. Al contrario, la vernice plastica è liscia e non crea residui una volta asciutta. Infatti è resistente all’acqua.