Come creare un giardino acquatico a casa

Avere un giardino acquatico è molto semplice. Bisogna scegliere le piante, il contenitore e sapere come prendersi cura dei propri nuovi amici.
Come creare un giardino acquatico a casa

Ultimo aggiornamento: 28 settembre, 2023

Niente di più bello che avere un giardino acquatico in casa! Che tu ci creda o no, ci sono un gran numero di piante che crescono in condizioni ottimali in acqua, dandoti l’opportunità di fare a meno di substrati come il terreno. D’altra parte, questo tipo di fauna è molto più facile da curare, poiché hanno sempre a disposizione la risorsa vitale per la vita: l’acqua.

Il lavoro più importante per avere un giardino acquatico in casa ha a che fare con la frequenza con cui devi cambiare l’acqua. Si consiglia di farlo una volta alla settimana, anche se ci sono alcune piante abbastanza resistenti, quindi di tanto in tanto puoi dimenticarti di fare questo compito.

Tuttavia, devi sapere che nelle zone con climi caldi è necessario rispettare questo lasso di tempo. Non solo per il benessere delle piante, ma per prevenire la proliferazione di zanzare e vettori di malattie contagiose. Se hai osato saperne di più sui giardini acquatici, continua a leggere.

Avere il proprio giardino acquatico a casa!

piante acquatiche - giardino acquatico

Esplora il mondo delle piante acquatiche, ritagliati uno spazio in casa, piccolo o grande che sia, e innamoratene. Questi tipi di cespugli si adattano molto bene e sarà sicuramente molto divertente per te realizzare questo nuovo progetto che, inoltre, non richiede che tu sia un professionista per realizzare qualcosa di meraviglioso.

Vi raccontiamo quali sono le piante ideali e come “piantare” in questo tipo di giardino.

Tipi di piante acquatiche

Le piante acquatiche si dividono in tre grandi gruppi, in base al modo in cui crescono. Così, abbiamo piante emergenti, che attecchiscono nel terreno e producono fogliame sopra o sopra la superficie dell’acqua. Specie come il potus si trovano in quella categoria.

Il secondo gruppo è costituito da piante sommerse che crescono interamente al di sotto della superficie dell’acqua, pur essendo ben radicate nel terreno. Tra questi troviamo la pianta spada o elodea. Infine ci sono i galleggianti, che si caratterizzano per galleggiare liberamente nell’acqua, poiché non hanno la necessità di radicarsi sul fondo. Alcuni di loro sono alghe blu e loto sacro.

Tieni presente che la scelta dovrebbe tenere conto di aspetti come il clima della città in cui vivi. Non preoccuparti però, ci sono molte piante acquatiche comprese quelle calde o tropicali, comprese le piante spada e alcune felci acquatiche.

Considerare queste condizioni è importante perché ci sono alcune piante che richiedono fonti di calore costanti o acqua completamente fredda come le penne dei pappagalli, che possono vivere a temperature inferiori ai 10 gradi Celsius.

Come “piantare” in un giardino acquatico?

Piantare in un giardino acquatico è generalmente molto facile e molto divertente da fare con qualcuno. Per piantare ci sono due opzioni, la prima richiede di posizionare le piante scelte sul fondo del contenitore prescelto. Questo è solitamente realizzato in vetro trasparente in modo da poter ammirare il processo naturale. Quindi, devi aggiungere acqua in base alle esigenze della specie scelta.

Il secondo modo richiede di ottenere alcuni vasi di qualsiasi dimensione desideri e piantare le tue piante lì, quindi immergerle in un contenitore più grande. Anche se va detto che questa è una tecnica che funziona bene quando si tratta di laghetti o piante come le ninfee.

Quali requisiti deve soddisfare il terreno per un giardino acquatico?

cura delle piante acquatiche

Ora che hai piantato nel tuo giardino acquatico, è tempo di imparare come prendersene cura. Le piante acquatiche che crescono in corsi d’acqua, stagni e paludi naturali ottengono i nutrienti di cui hanno bisogno per crescere dall’acqua e dal loro ambiente. Questi luoghi sono solitamente pieni di sostanze nutritive e bene, le piante cresceranno in ambienti che considerano ottimali in termini di temperatura e luce.

Quelli che hai a casa, nel tuo giardino acquatico, richiedono che tu li fornisca di sostanze nutritive e li mantenga in buone condizioni. Successivamente, ti diciamo di più a riguardo.

L’acqua nel giardino acquatico

L’acqua nel giardino acquatico dovrebbe essere il più pulita possibile, è possibile utilizzare un balsamo o un depuratore per rimuovere il cloro o il calcare presenti nell’acqua potabile. Meglio metterlo a riposo scoperto per 24 ore, e cercare di mantenerlo a temperatura tiepida, se la pianta non ha esigenze specifiche.

La luce

Una delle cose essenziali per mantenere un giardino acquatico in casa è fornirgli una luce adeguata. Per questo , è meglio offrire tra le 12 e le 16 ore di luce naturale al giorno. Se in casa non hai uno spazio dove metterle in modo che la luce le raggiunga, in commercio vendono delle cappe luminose che devono essere almeno da 20 a 25 watt.

Cura generale per un giardino acquatico

La cura per un giardino acquatico è fondamentalmente la stessa che deve essere presa in considerazione in un giardino all’aperto, tranne per il fatto che l’acqua dovrebbe essere cambiata almeno una volta alla settimana o ogni volta che lo riconosci necessario.

Inoltre, puoi dare loro pellet o cibo, questo ha alcuni micro e macronutrienti che fungono da fertilizzante.

Potrebbe interessarti ...
Piante che aiutano a rimuovere l’umidità
Decor Tips
Leggi in Decor Tips
Piante che aiutano a rimuovere l’umidità

Scoprite quali sono quelle piante che aiutano ad eliminare l'umidità dalla casa, decorandola con i loro colori.