L'austerità decorativa, una nuova tendenza

Non è necessario riempire la casa di mobili e oggetti decorativi. Possiamo usare uno stile più semplice ed elementare per sentirci a nostro agio e vivere in un ambiente armonioso.
L'austerità decorativa, una nuova tendenza

Ultimo aggiornamento: 22 marzo, 2021

Chi l’ha detto che per arredare è necessario riempire completamente gli spazi di oggetti decorativi e mobili? Oggi ci sono nuove alternative, come l’austerità decorativa, una nuova tendenza che sta avendo molto successo nel mondo dell’interior design. Si tratta di un concetto molto interessante e facile da elaborare.

Oggi siamo abituati al fatto che i nostri scaffali siano pieni di libri e oggetti, i nostri cassetti stipati di roba, risorse decorative sui mobili e via dicendo. Sembra quasi che dobbiamo riempire la casa delle risorse per sentirci a nostro agio.

L’austerità decorativa è una proposta di decorazione in controtendenza: il processo di decorazione è molto più originale, perché infrange determinati stereotipi per ottenere, finalmente, un contenuto più innovativo, in cui il modo di intervenire sullo spazio è la formula fondamentale.

Austerità decorativa: viva l’essenziale

Camera da letto di colore bianco.

Quando si tratta di comprendere l’estetica di uno spazio privandolo di determinati elementi decorativi, è necessario scegliere bene i colori e i mobili in modo da mantenerne l’essenza. Non possiamo avere una casa completamente vuota, ma possiamo selezionare accuratamente cosa inserire.

L’austerità decorativa opera una sorta di pulizia dell’ambiente, ossigenando l’atmosfera e purificando le forme. A differenza di quanto si possa pensare, questo tipo di decorazione non prevede l’eliminazione di ogni cosa per lasciare gli spazi completamente vuoti.

Si tratta di utilizzare alcune risorse di base con cui coprire i bisogni degli inquilini e mantenere così l’essenza dell’ambiente. Lo scopo ultimo è quello di evitare l’accumulo di elementi, in linea con uno stile più contemporaneo e minimalista.

Non si tratta di eliminare tutto, ma di scegliere ciò che è necessario.

Linee, proporzioni ed estetica

Cucina minimalista e austera.

Naturalmente, gli elementi decorativi ci saranno. Le stanze saranno arricchite da ciò di cui hanno veramente bisogno. In questo modo, stiamo scommettendo su un’estetica semplice e basilare, dove l’espressione artistica è ridotta al minimo.

  • I mobili che sceglieremo per ogni spazio saranno di natura funzionale, quindi dite addio alla filosofia dell’arredare con qualsiasi cosa per rendere la casa un luogo eclettico. Per evitare questo risultato, dobbiamo concentrarci sullo stile e sapere cosa vogliamo ottenere davvero dall’arredamento.
  • Per fare in modo che i mobili siano distribuiti in maniera coerente, sarà necessario che anche le forme siano proporzionali. Non ha alcun senso organizzare l’ambiente in modo casuale: bisogna essere consapevoli di ciò che si fa.
  • Bisogna evitare a tutti i costi l’incoerenza decorativa e perseguire una certa armonia estetica. Non succede nulla se lasciamo degli angoli vuoti, perché il contrasto della decorazione con le altre risorse disposte in altri posti svolgerà comunque una funzione estetica.

La decorazione utilizzata giocherà un ruolo importante, non ci sono risorse di secondo o terzo ordine.

Funzionalità: alla base dell’austerità decorativa

soggiorno minimalista in bianco e legno

Il principio di base dell’austerità decorativa è la funzionalità: quello che useremo sarà elementare, semplice e molto utile. Alcune delle caratteristiche che possiamo trovare sono le seguenti:

  • Arredo utile, sia perché assolve ad una determinata funzione, sia perché contribuisce esteticamente, in modo semplice e diretto, senza bisogno di utilizzare ornamenti inutili che non fanno altro che ostacolare l’armonia dell’insieme.
  • Quando parliamo di funzionalità, in automatico ci riferiamo a concetti come semplicità, minimalismo, coerenza, proporzionalità e utilità. Un mobile funzionale deve poter essere utilizzato in qualche modo.
  • L’austerità decorativa abolisce la concezione del mobile di ostacolo che non ha un legame estetico con il resto dell’ambiente. Piuttosto, si tratta di cercare spazio e praticità. La stanza ha molto più senso in questo modo e diventa un luogo confortevole.

Minimalismo e assenza di decorazione

Austerità decorativa. Arredamento minimalista.

Questo stile decorativo è direttamente correlato all’assenza di decorazione. All’interno del minimalismo troveremo risorse utili e di base e design semplici e raffinati. La concezione ornamentale dell’arredamento perde terreno e lascia il posto alla funzionalità assoluta.

Le tendenze minimaliste si concentrano su una maggiore spazialità al fine di dare vita ad un ambiente rilassato e fresco. Sulla stessa linea, l’austerità decorativa va in contro tendenza rispetto all’eccesso decorativo e all’accumulo inutile di elementi: le forme vengono ridotte al minimo e tutto ciò che vediamo è indispensabile.

Potrebbe interessarti ...
Come evitare l’eccesso di decorazione
Decor TipsLeggilo in Decor Tips
Come evitare l’eccesso di decorazione

Vi spieghiamo come evitare l'eccesso di decorazione, eliminando gli oggetti di cui non si ha bisogno e facendo attenzione alla quantità di mobili.