3 tipi di archi per interni: architettura e decorazione si fondono

La struttura della casa può diventare parte integrante della decorazione; attraverso diversi tipi di archi si può delineare un ambiente specifico e offrire un'immagine distinta.
3 tipi di archi per interni: architettura e decorazione si fondono

Ultimo aggiornamento: 23 marzo, 2021

L’infrastruttura di un edificio non si compone esclusivamente di pareti, pavimenti e soffitto; le parti di una struttura sono molte e possono contribuire ad aggiungere valore estetico alla casa. Un ottimo esempio sono i diversi tipi di archi usati negli spazi interni.

Segnaliamo che si tratta di strutture non molto comuni; normalmente le nostre case sono strutturate in maniera semplice ed essenziale, con l’unico scopo di sostenere la struttura attraverso travi e colonne.

Eppure esistono altri componenti interessanti, come gli archi, che possono contribuire positivamente all’estetica d’insieme. Se volete risvegliare la curiosità dei vostri ospiti o rendere la casa più originale, questa è l’occasione per creare un ambiente diverso.

3 tipi di archi per interni

1. Arco ribassato: effetto ampio e snello

Una delle tipologie di archi normalmente presenti negli interni delle case è quella dell’arco ribassato, caratterizzato dalle sue dimensioni ampie e dall’apertura più bassa del normale. Da un punto di vista di design, la curvatura si chiude prima del previsto, coincidendo con il punto di convergenza della retta.

Le origini di questo arco risalgono agli antichi romani, che iniziarono ad usarlo nei loro edifici per differenziarsi dai greci, che utilizzavano invece i sistemi architravati.

L’effetto ottico ottenuto è molto peculiare, quasi come se l’arco fosse troncato d’improvviso. Ma non per questo perde la sua efficacia costruttiva: rimane un elemento strutturale utile a sorreggere la parte superiore.

Può essere inserito in diversi punti della casa. Nel corridoio, nella camera da pranzo o nel salone diventerà un elemento utile e rilevante, contribuendo a dare un tocco di eleganza e rendendo l’arredamento molto più significativo.

Gli archi sono un modo per integrare e mettere in relazione l’architettura alla decorazione.

2. Arco a tutto sesto: classicismo in casa

L’arco a tutto sesto rientra tra le tipologie classiciste dell’interior design. Non è un elemento particolarmente complesso né risalta particolarmente; appare più che altro come un elemento conservatore e convenzionale. Vediamo come può essere inserito all’interno della casa:

  • Come nel caso precedente, trattandosi pur sempre di un elemento architettonico non comune, può attirare l’attenzione e sorprendere; singolare è il suo uso nel corridoio o nel salone. A differenza di altri archi, siamo abituati a trovarlo nei luoghi pubblici o nei monumenti.
  • Se avete una stanza soppalcata o a più altezze, potete implementarlo come passaggio intermedio tra i due livelli. Un uso diverso dal solito che gli darà più importanza.
  • Allo stesso modo si sposa alla perfezione all’ingresso della casa fungendo da arco d’accesso; riuscirete così a adornare la casa mettendo in risalto l’importanza dell’edificio. L’effetto sarà simile a quello dei palazzi antichi.
  • Si tratta di un arco incredibilmente sofisticato che, a prescindere dal formato o dalla disposizione, darà un tocco nobile all’ambiente facendo risaltare gli interni in maniera molto più diretta.

3. Arco a tre centri: una soluzione versatile

Se vogliamo sfruttare la struttura degli archi per migliorare l’estetica generale della casa, l’arco a tre centri è una delle soluzioni più interessanti. Si caratterizza per i lati più curvi che si allacciano con la retta laterale in maniera graduale. Nella decorazione d’interni, questo è uno degli esempi più eleganti.

Già nel Rinascimento veniva ampiamente utilizzato in particolar modo per le facciate degli edifici, ma resta un elemento perfetto anche per le facciate delle case moderne.

Lo si può sfruttare anche in altri punti della casa, come nel salone per dividere gli spazi; per dargli ancor più protagonismo, inseritene tre di fila appoggiandoli su alte colonne.

È il momento di innalzare il design interno della casa.

Perché utilizzare gli archi per interni?

Non si può dire che gli archi siano accessori o mobili d’arredo, ma contribuiscono a loro modo a far risaltare la struttura interna della casa. Se volete creare un ambiente più dinamico, gli archi sono una scommessa vincente.

Cosa apportano in più alla casa? Sicuramente tantissime emozioni positive andando a rompere con la monotonia delle più comuni travi e colonne. Cosa ve ne pare di questa opportunità?

Potrebbe interessarti ...
Decor TipsRead it in Decor Tips
Pareti curve: come vengono utilizzate nell’edilizia?

La struttura di un edificio non dev'essere per forza fatta di linee dritte. Anche le pareti curve possono dar vita a spazi dinamici.



  • AA. VV.: Nuevas formas: revista de arquitectura y decoración, Edarba, 1935.
  • Ventura, Anna: 1000 ideas prácticas en decoración del hogar, Universe Publishing, 2003.